Confini

Brennero, il ministro Salvini: «Ho chiesto di avviare la procedura di infrazione per l’Austria»

A detta del ministro dei Trasporti il governo austriaco «impedisce la libera circolazione di uomini e mezzi» e i trattati «non possono valere per alcuni sì e per altri no»

VIDEO Blocco dei Tir al Brennero, Matteo Salvini lancia un ultimatum all’Austria
PROTAGONISTI Merci al Brennero, gli industriali: «Servono soluzioni ecologiche, non divieti»
TRAFFICO Stabili i passaggi dei Tir in A22, a crescere sono le auto 
LO STOP A22, niente tir il 3 e 26 ottobre da Vipiteno al Brennero



BRENNERO. «Ho scritto al commissario dei trasporti Ue chiedendo la procedura per un avvio di infrazione nei confronti dell'Austria, perché non può danneggiare imprese e autotrasportatori italiani perché questa è concorrenza sleale». È quanto affermato dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, durante il suo intervento a un convegno di Conftrasporto-Confcommercio.

Tir al Brennero, Salvini rilancia: l’annuncio della richiesta di procedura di infrazione contro l’Austria

Intervenendo al convegno organizzato da Conftrasporto-Confcommercio, il 25 gennaio, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini è tornato a condannare il comportamento dell’Austria e ha fatto sapere di avere scritto al Commissario europeo ai trasporti per chiedere la procedura di infrazione nei confronti dell’Austria.



L’Austria per Salvini «impedisce la libera circolazione di uomini e mezzi» e i trattati «non possono valere per alcuni sì e per altri no». Le dichiarazioni del ministro fanno seguito ai divieti di transito che il governo austriaco ha imposto più volte al confine con il Brennero.

A fine dicembre 2022, gli autotrasportatori hanno fatto sentire la propria voce: «Tra aumento dei pedaggi autostradali e divieto settoriale di circolazione dei tir in Tirolo la situazione è ormai diventata impossibile», aveva affermato il presidente nazionale di Conftrasporto Paolo Uggè. 

Blocco dei Tir al Brennero, Matteo Salvini lancia un ultimatum all’Austria - Il video

Il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, attacca l’Austria per i divieti ai Tir al confine del Brennero. Intervenendo in collegamento all’apertura del cantiere di Perca, Salvini ha lanciato una sorta di ultimatum: «Noi la volontà di dialogare l’abbiamo espressa in mille maniere. Però dopo quattro anni, se la volontà di dialogare non basta, passeremo ad altri mezzi per far capire che le regole devono valere per tutti».

















Altre notizie







Attualità