Il raid

Bressanone, prese a sassate le vetrate della biblioteca 

I vandalismi concentrati nella zona scolastica di via Montessori. Distrutti i carrelli del vicino supermercato, rubate e poi gettate nel fiume alcune biciclette 


Fabio De Villa


BRESSANONE. Vandali ancora in azione in via Laghetto e nella zona scolastica di via Montessori, dove sono state prese a sassate le grandi vetrate della libreria scolastica. Deluse e amareggiate le maestre dell'istituto scolastico Tschuggmall-Montessori.

Un gruppetto di persone nei giorni scorsi ha raccolto una grossa pietra da un vicino cantiere edile, l'ha usata per colpire l'ingresso e le facciate in vetro. L’allarme non ha suonato e le telecamere non hanno ripreso l'accaduto. Il fatto è stato prontamente segnalato alle forze dell'ordine che sono intervenute sul posto per documentare i danni. Situazione analoga a pochi metri di distanza: i vandali se la sono presa infatti con l'illuminazione pubblica della scuola.

Ma non è finita qui, perchè un gruppo di giovanissimi, dopo avere fatto spesa di alcolici nel vicino supermercato, si è tenuto il carrello per poi organizzare una sorta di gara sulla vicina via Laghetto.

Risultato? Carrello della spesa completamente fuori uso e poi abbandonato nel complesso scolastico delle scuole di lingua tedesca.

Ennesima serie di bravate che sono state registrate anche lungo le passeggiate del fiume Isarco. Diverse le biciclette di privati cittadini che, dopo essere state rubate in centro e utilizzate per fare arrivare fino in discoteca, sono state gettate lungo le rive dell’Isarco o rinvenute distrutte o parzialmente danneggiate nei pressi di alcune abitazioni.

Con l'arrivo dell’estate solitamente si moltiplicano episodi di questo genere. Situazione analoga anche per un cartello segnaletico sradicato lungo le passeggiate dei giardini Rapp e gettato dal ponte Widmann nella acque dell’Isarco.

















Altre notizie







Attualità