Sanità

Ospedale di Bressanone, accessi più facili per auto e visitatori a piedi 

Un progetto da 4 milioni di euro. L’Asl ha sollecitato un miglioramento della viabilità locale, il Comune ha detto sì: una strada eviterà che i veicoli diretti a Varna passino davanti al nosocomio


Tiziana Campagnoli


BRESSANONE. È arrivato il sì della giunta comunale di Bressanone per il progetto che punta a realizzare una nuova portineria all’ingresso dell’ospedale di Bressanone e soprattutto a migliorare la viabilità nella zona.

Il progetto è dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, Comprensorio sanitario di Bressanone, avrà un costo di 4 milioni e 51 mila euro e il Comune vi partecipa, oltre che con l’approvazione del progetto, con alcuni interventi su strade e spazi urbani per un costo di 260 mila euro.

“L’Azienda sanitaria finanzia questo progetto importante per il nostro ospedale di Bressanone - spiega il sindaco Peter Brunner - Lo studio Bergmeister è stato incaricato insieme allo studio di architettura Stifter e Bachmann di progettare la nuova portineria nell’area di ingresso dell’ospedale, compresa la pianificazione del traffico circostante, e la giunta ha dato l’ok in modo da permettere all’Asl di bandire i lavori e iniziarli tra la fine dell’anno e l’inizio del 2023”.

Ecco gli interventi previsti: riprogettazione dell’area d’ingresso dell’ospedale di Bressanone e nuova costruzione di una portineria; riorganizzazione dei vari flussi di traffico: traffico individuale motorizzato, trasporto pubblico locale, pedoni e ciclisti; nuova costruzione e riprogettazione delle fermate degli autobus in tutta la zona dell’ospedale; riprogettazione del parcheggio riservato ai visitatori dell’ospedale nella via Vinzenz-Gasser; costruzione di un parcheggio attrezzato per consentire al personale e ai visitatori di lasciare le biciclette.

“Il progetto che riguarda il Comune è relativo alla realizzazione di una strada che da via Vinzenz Gasser porti direttamente al piccolo incrocio per l’eliporto - continua Brunner - In pratica, la strada verrà realizzata poco prima dell’attuale parcheggio dell’ospedale, dove ora ci sono prati, ed eviterà che le auto dirette a Varna per la via Gasser passino davanti all’ospedale, creando intralci come accade ora. Il Comune interverrà anche dinanzi all’ospedale, creando una zona di spazi condivisi per pedoni, ciclisti e mezzi pubblici”.

Qualche problema è sorto nel settore parcheggi. “Oggi il parcheggio dell’ospedale dispone di 200 posti auto, ma il progetto per la realizzazione della stradina li farà diminuire a 130 - conclude Brunner - Il Comune ha chiesto più parcheggi e l’Azienda sanitaria ha risolto, mettendo a disposizione i posti auto persi nella zona dell’eliporto”.

















Altre notizie







Attualità