dati gimbe

Calano i contagi in Alto Adige e Trentino

Ma è ancora sopra la soglia l'occupazione di posti letto in area medica

BOLZANO. In Alto Adige e Trentino, come nel resto del Paese, prosegue la diminuzione dei nuovi casi di positività al Covid-19. Lo rileva la Fondazione Gimbe nel suo monitoraggio settimanale, pur precisando che in tutta Italia si registra un calo dei test effettuati. Il monitoraggio elabora i dati relativi alla settimana dal 9 al 15 febbraio.

I casi attualmente positivi per 100.000 abitanti sono 1.813 in Alto Adige e 1.247 in Trentino. In entrambe le province si registra una diminuzione rispetto alla settimana precedente dei nuovi casi per 100.000 abitanti che sono 1.147 in Alto Adige (meno 33,4% rispetto alla settimana precedente) e 688 (meno 40% in Trentino).

Restano comunque sopra soglia di saturazione i posti letto occupati da pazienti Covid-19 in area medica in entrambe le Province (20% in quella di Bolzano e 22,1% in quella di Trento), mentre per la terapia intensiva sono sotto soglia di saturazione i posti letto in Alto Adige (7%) e sopra soglia in Trentino (14,4%).

La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari 75,6% in Alto Adige e all'81,6% in Trentino (media Italia 82,4%) a cui aggiungere un ulteriore 3,4% in provincia di Bolzano e 3,7% in quella di Trento (media Italia 2,9%) solo con prima dose.

Il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 84,5% in Alto Adige e dell'83,9% in Trentino (media Italia 85,7%). La popolazione tra i 5 e gli 11 anni che ha completato il ciclo vaccinale è dell'13,9% in Alto Adige e del 25,4% in Trentino (media Italia 25,4%). Solo con prima dose: provincia di Bolzano 5,6% e provincia di Trento 7% (media Italia 10,7%).