donne

Centri antiviolenza, ecco i numeri a cui chiedere aiuto

In Alto Adige 104 donne e 147 minori accolti nel 2021 nelle strutture protette. L'assessora Deeg: "La violenza non è mai un fatto privato"

CONSIGLIO PROVINCIALE. Sedia rossa per ricordare le vittime



BOLZANO.  Secondo un’indagine dell’Astat, nel 2021  in Alto Adige hanno usufruito dei servizi di consulenza antiviolenza 586 donne (2020: 619 donne) e sono 104 le donne e 147 i minori che sono stati temporaneamente accolti dalle strutture protette (2020: 72 donne e 83 minori).

“La violenza contro le donne non è mai una questione privata. Dobbiamo quindi fare tutto il possibile per sostenere meglio le vittime di violenza, ma anche - in termini di prevenzione della violenza - assistere tempestivamente gli autori per evitare potenziali situazioni di violenza", rimarca l'assessora provinciale al sociale Waltraud Deeg.

Ecco i numeri verdi sono raggiungibili 24 ore su 24:

Centro antiviolenza e Casa Rifugio a Bolzano: 800 276 433

Centro antiviolenza e Casa Rifugio a Merano: 800 014 008

Centro antiviolenza e Casa Rifugio a Bressanone: 800 601 330

Reperibilità telefonica ad orari prestabiliti:

Alloggi protetti a Bolzano: 800 892 828 (dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 12:30 e dal lunedì al giovedì dalle 13:30 alle 17:00).

Centro antiviolenza ed alloggi protetti a Brunico: 800 310 303 (dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:00).

















Altre notizie







Attualità