L'EMERGENZA

Coronavirus, altri sette morti in Alto Adige: il totale sale a 33

L'aggiornamento della Provincia: 56 nuovi casi per un totale di 679. Sono 2158 le persone che attualmente si trovano in isolamento domiciliare

BOLZANO. Crescono i contagi e anche i morti per Coronavirus in Alto Adige: 56 nuovi casi e 9 decessi in più, per un totale di 33. E' la stessa Provincia ad ufficializzare la situazione con l'ormai consueto aggiornamento di fine mattinata.

Anche ieri, sabato 21 marzo, è proseguita la verifica dei tamponi per la determinazione della diffusione dell’infezione di Covid-19 in Alto Adige. Il Laboratorio di microbiologia e virologia dell’Azienda sanitaria provinciale ha registrato 56 nuovi casi. Il numero delle persone positive al Coronavirus in Alto Adige si colloca quindi a 679 casi (ieri erano 623). Sono stati effettuati sinora complessivamente 5718 tamponi su 3777 persone.

Per quanto riguarda i ricoveri negli ospedali provinciali non si registra alcuna inversione di tendenza. Sebbene il numero di persone assistite nei reparti ordinari degli ospedali sia leggermente calato, passando da 173 a 164 pazienti, il numero delle persone che necessitano di assistenza in reparti di cura intensiva è passato dai 32 di ieri agli attuali 36; sono attualmente 45 i casi sospetti. Il numero complessivo dei decessi, per i quali è stata accertata l’infezione da Covid-19, questa mattina (domenica 22 marzo) è di 31 persone.

I sette decessi in più, 5 donne e 2 uomini, registrati rispetto all’ultima comunicazione si riferiscono a persone anziane (2 oltre i 75 anni, 2 oltre gli 80 e 3 oltre i 90 anni) con almeno una, per lo più varie gravi malattie pregresse. Sono 2158 le persone che attualmente si trovano in isolamento domiciliare.