I CONTROLLI

Coronavirus, partite tra amici, in Alto Adige multati 29 tra calciatori e pallavolisti

In un caso erano schierati con tanto di maglie di colori diversi per le due squadre. Ma gli assembramenti sono proibiti

BOLZANO. In Alto Adige, tra domenica e lunedì, sono stati sanzionati 29 calciatori e pallavolisti. I carabinieri, su segnalazione in un caso degli abitanti del luogo e nell'altro di un passante, sono infatti intervenuti per interrompere due partite tra amici, in un caso con tanto di maglie di colori diversi per le due squadre. Inevitabili le sanzioni, date con dispiacere, specialmente ai giocatori minorenni.

Ultimi, in ordine cronologico, stanotte, su segnalazione di alcuni cittadini che sentivano musica e schiamazzi, alcune pattuglie hanno interrotto due assembramenti di giovani, peraltro nemmeno molto distanti tra loro.

Nel primo caso una festa da ballo in piena regola con musica e bevande. Nel secondo, ormai in piena notte, urla, risate e chiacchiere nel cortile di una scuola.

In entrambi i casi alcuni furbetti sono riusciti ad allontanarsi prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. In totale sono stati sanzionati nove ragazzi, di cui alcuni anche minorenni.