POLIZIA

Doveva scontare sette anni, l'agente della volante di Bolzano lo riconosce e lo fa arrestare

Aveva commesso una serie di reati tra Bolzano e Merano. L'uomo è finito in manette a Trento

TRENTO. Arrestato dalla polizia di Trento un algerino di 44 anni che doveva scontare una pena di sette anni di reclusione per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, furto aggravato, porto di armi e rapina aggravata, inflitta dal Tribunale di Bolzano per fatti avvenuti tra Bolzano e Merano tra il 2015 e il 2017.

L'uomo, che si trovava a Trento per incontrare dei suoi conoscenti, ha incrociato, casualmente, un agente in servizio alla squadra volante di Bolzano, il quale lo ha immediatamente riconosciuto. L'agente si è immediatamente è messo in contatto con la squadra mobile di Trento, già presente in zona, che dopo poche minuti ha rintracciato l'uomo mentre comminava nelle vie del centro. Condotto in questura, l'uomo è stato quindi identificato tramite l'Afis, sistema che valorizza le impronte digitali delle persone già identificate dalle forze dell'ordine.