il vertice

Energia, Camere di commercio europee riunite a Praga: «Misure urgenti contro l'aumento dei prezzi»

Chiesti sostegni urgenti alle imprese per superare le criticità nell’immediato e la semplificazione delle procedure di efficientamento energetico e transizione alle rinnovabili



BOLZANO. Caro energia, prezzi alle stelle e conseguenze negative su consumatori, consumatrici e imprese. Sono queste alcune delle tematiche di cui si è discusso nel vertice del direttivo di Eurochambres, l'associazione che riunisce i sistemi camerali d'Europa, a cui ha partecipato anche la Camera di commercio di Bolzano. Le associazioni riunite hanno chiesto misure immediate per supportare le aziende nel fronteggiare l'aumento dei prezzi dell'energia.

I rappresentanti e le rappresentanti di Eurochambres si sono riuniti mercoledì 7 settembre a Praga. Il tema all'ordine del giorno era sostanzialmente il forte aumento dei prezzi dell'energia, che sta mettendo le aziende in grandi difficoltà. Pertanto, Eurochambres chiede misure immediate per sostenere le imprese in questa fase critica.

Sono state avanzate proposte concrete in termini di misure di compensazione finanziaria per le aziende, strategie di risparmio energetico e interventi temporanei sul mercato. Michl Ebner, che ha partecipato al vertice in qualità di vicepresidente di Eurochambres e Presidente della Camera di commercio di Bolzano, ha sottolineato: «L'aumento dei prezzi dell'energia rappresenta un fardello crescente per le imprese e ha un impatto negativo sullo sviluppo economico. È importante impegnarsi per trovare soluzioni comuni a livello europeo al fine di garantire energia a prezzi accessibili per imprese e consumatori».

È necessario scongiurare un ulteriore aggravio delle aziende che in passato hanno già investito nell'efficienza energetica. Inoltre, in un futuro prossimo continuare a collocare fondi nell'efficienza energetica e nelle energie rinnovabili dovrebbe essere più semplice per le aziende.

A tal fine, sono necessarie contromisure mirate e procedure di approvazione rapide per progetti sostenibili. «L'esorbitante caro energia potrebbe causare un calo della produzione, con conseguenze disastrose per le imprese, la competitività internazionale dell'economia europea e il mercato del lavoro», afferma il presidente di Eurochambres Luc Frieden.

















Altre notizie







Attualità