SCUOLA

In Alto Adige i bambini ritornano in classe entro il 27 maggio. Accolte 162 domande

Per la scuola italiana via al servizio di sostegno alle famiglie con gli educatori delle associazioni

BOLZANO. Accordo fatto con i dirigenti scolastici: entro il 27 maggio partirà il servizio di sostegno alle famiglie per la scuola italiana. Una settimana dopo le scuole tedesche e ladine e grazie a un compromesso che il sovrintendente Vincenzo Gullotta saluta con sollievo.

Il servizio di sostegno verrà inaugurato entro mercoledì prossimo in tutte le scuole che abbiano ricevuto le richieste di iscrizione. Con orario dalle 8 alle 12.30 si andrà avanti fino al 16 giugno, poi toccherà ai servizi estivi.

Complessivamente sono state accolte 162 domande, per un servizio che si svolgerà in 33 scuole, distribuite sul territorio provinciale. Dopo i confronti di questi giorni e il lavoro svolto, l'assessore alla scuola Giuliano Vettorato conferma l'avvio.

«Questo risultato è stato possibile grazie ad un grande e costante lavoro congiunto del mondo della scuola - dice Vettorato - che hanno permesso di avviare un servizio fondamentale per le famiglie. È stato un tavolo tecnico elaborato attraverso un approccio molto costruttivo da parte di tutti».

A differenza della scuola primaria che attiverà l'offerta anche con il coinvolgimento di soggetti o altre realtà operanti sul territorio, la scuola dell'infanzia ha organizzato il servizio raccogliendo le adesioni volontarie del proprio personale. «Tutte le attività - conclude Vettorato - verranno svolte con la massima garanzia, per i bambini e gli insegnanti».