FILM

L'Alto Adige finanzia undici film, c'è anche una serie Netflix su Curon

Previste 101 giornate di riprese, stanziati 766.000 euro

BOLZANO. Nella terza sessione di finanziamento del Fondo provinciale per le produzioni cinematografiche e televisive gestito da Idm Alto Adige, la giunta provinciale di Bolzano ha approvato il sostegno economico di 11 tra film, documentari e serie tv.

In fase di produzione è stata sostenuta la serie Netflix Curon e 6 documentari con il coinvolgimento di professionisti altoatesini e aziende di servizi con sede in regione, sia durante le riprese che in post-produzione. Sono previste 101 giornate di riprese in Alto Adige ed un indotto sul territorio in quasi 1,8 milioni di euro a fronte di uno stanziamento complessivo di 766.000 euro.

Degli 11 progetti che ottengono un finanziamento, 9 provengono dall'Italia, uno dalla Francia e uno dall'Olanda. Fra i progetti finanziati da Idm in fase di produzione, c'è Curon, una serie targata Netflix ambientata nell'omonimo paese della Val Venosta conosciuto soprattutto per il campanile che emerge dal lago di Resia. Si tratta della testimonianza del vecchio borgo sommerso negli anni Cinquanta: 677 ettari di terreno completamente scomparsi, quasi 150 famiglie senza più nulla. La produzione girerà in Alta Val Venosta quasi l'intero blocco di riprese, location perfetta per raccontare vicende misteriose legate al lago e agli abitanti del paese che non c'è più. La serie è prodotta da Indiana Production e scritta da Ezio Abbate, Giovanni Galassi, Tommaso Matano e Ivano Fachin.