Laives

San Giacomo, ok all’intesa per piazza e parcheggio 

Accordo tra Comune e privati: nell’area individuata a sud sono previsti 60 nuovi alloggi. La costruzione inizierà dopo la consegna dello slargo all’ex zona Amonn e dei 40 posti auto 



LAIVES. Mentre procede spedita la costruzione dei muovi edifici nell’ex area Amonn, al centro di San Giacomo, inizia anche l’iter per la costruzione, sempre da parte della stessa ditta, di un’altra sessantina di alloggi previsti nell’area individuata alla periferia sud di San Giacomo. In quell’area verranno realizzati infatti i 15 mila metri cubi che, grazie alla convenzione siglata fra ditta e Comune di Laives, erano stati spostati dall’ex Amonn, dove, complessivamente, altrimenti sarebbero arrivati 53 mila metri cubi, una quantità davvero considerevole.

“Per il piano di attuazione della nuova area individuata nell’immediata periferia a sud di San Giacomo – spiega Giovanni Seppi, vicesindaco di Laives con competenza sull’urbanistica – la Commissione urbanistica provinciale ha chiesto un concorso di idee e questo lo ritengo molto positivo, perché fa confluire su un unico obiettivo le varie esigenze. Secondo gli accordi che abbiamo sottoscritto con la ditta costruttrice - continua Seppi - prima di poter iniziare a lavorare nell’area a sud di San Giacomo, dovrà avere completato e consegnato al Comune di Laives le infrastrutture previste, vale a dire la piazza di 1.400 metri quadrati davanti all’ex zona Amonn, affacciata su via San Giacomo; il parcheggio pubblico di 840 metri quadrati, per una quarantina di posti auto, e l’ampliamento del verde pubblico in via Wagner con 947 metri quadrati. Ricordo, a proposito, che queste infrastrutture arriveranno al Comune in forma gratuita, perché è previsto nella convenzione che abbiamo stipulato. Una volta consegnate, quindi, si potrà dare il via all’altra zona edificabile”.

Stando ai dati in possesso del vice sindaco di Laives, starebbe andando molto bene intanto la vendita degli alloggi che si stanno ancora edificando in centro a San Giacomo.

“La ditta Moser – afferma Seppi – mi ha confermato che già 84 alloggi sono stati venduti e altri 60 verranno assegnati in affitto. Nella nuova area a sud se ne prevedono una sessantina e le richieste attualmente sarebbero più di 200”.

Indubbiamente, questo risultato immobiliare è stato favorito proprio dallo spostamento di 15 mila dei 53 mila metri cubi edificabili al posto dell’ex magazzino Amonn in centro. Questo ha fatto sì che ne abbia guadagnato la vivibilità complessiva e quindi il valore degli alloggi stessi rispetto al fatto di avere invece dei “casermoni” ammassati in centro a San Giacomo. “Come tempistica – conclude Seppi – la consegna della piazza e del parcheggio pubblico è prevista per l’estate o l’autunno del 2023, dopo di che il costruttore potrà passare all’area sud”.

















Altre notizie







Attualità