Masso caduto in Val Senales: 2 milioni stanziati per costruire delle barriere

Oltre alla costruzione di un vallo protettivo, ci sarà una messa in sicurezza dell’area: arriva la delibera urgente dalla provincia, la Valle era rimasta isolata per il blocco stradale

LA CADUTA Era stato sfiorato il disastro: fortunatamente nessuno è rimasto ferito



BOLZANO. La libera d’urgenza, proposta da Daniel Alfreider, assessore a mobilità e infrastrutture, ha stanziato 2 milioni per la Val Senales, che era rimasta isolata dopo un masso, in zona Ratisio Nuovo


 "L'intera valle, in cui vivono circa 1.250 persone, è stata praticamente chiusa al resto della provincia. Siamo stati in contatto con il sindaco, con l'amministrazione, con la popolazione, con i nostri tecnici per riuscire ad aprire almeno per alcune finestre temporali la strada e quindi far entrare e uscire le persone. L'abbiamo fatto in questi giorni in mattinata, durante l'ora di pranzo e la sera", ha commentato sul tema Alfreider.

Lo stanziamento deciso dalla giunta servirà a costruire un vallo, per mettere in sicurezza il tratto di strada interessato dalla frana. "Il rischio idrogeologico e soprattutto la resilienza delle nostre infrastrutture saranno la sfida del futuro, abbiamo avuto alcuni altri crolli in questi giorni, ma questo, naturalmente, è quello più importante", ha concluso l’assessore.

I lavori per il vallo di protezione, che impegneranno i prossimi mesi, inizieranno domani, sono attualmente in corso le riunioni tecniche con le imprese. 













Altre notizie

Attualità

la tragedia

Incendio in un'autofficina a Milano: tre morti e tre feriti

E' accaduto tra via Fra Galgario 8 e via Anguissola. Le vittime si trovavano all'interno di un appartamento al terzo piano dell'edificio di 6 piani in cui è sviluppato il rogo. Sarebbero un'anziana, un cittadino italiano e un'altra persona di origini straniere. Tra i feriti anche un addetto dell'officina da cui sono partite le fiamme (foto Ansa)