il raid

Ladri scatenati: colpi in serie a Lazago, a Lana e a Laces 

Furti. Auto parcheggiata presa di mira nella zona ricreativa lungo il Passirio, infranto il finestrino del passeggero mentre  una coppia stava portando a spasso il cane. Spariti borsello e portafogli con circa 600 euro in contanti e il bancomat 



MERANO. Ladri in azione a Lana, per due volte, ed anche a Laces oltre che nella zona di Lazago. Negli ultimi giorni sono stati diversi i furti tentati, alcuni anche riusciti, dei malviventi che da tempo stanno imperversando nella zona del Burgraviato così come in Venosta, ma anche in tante altre zone periferiche della provincia. Nella Bassa Atesina, in Val d’Isarco, nelle zone meno densamente popolate: i ladri non fanno distinzione.

Lazago. Brutta sorpresa per due escursionisti - ma a dirla tutta si trattava di una semplice passeggiata - lo scorso fine settimana: avevano parcheggiato l'auto non lontano dal complesso residenziale di Lazago, per fare una camminata con il loro cane lungo il Passirio.

La zona a sud del campo di calcio di Scena, lo sanno in molti, è spesso teatro di episodi spiacevoli che prendono di mira le autovetture. Gli escursionisti avevano parcheggiato la loro auto intorno alle 14.45. Per non portare con sè la borsetta, la donna l'aveva nascosta sotto il sedile. Il suo compagno, invece, aveva riposto il suo borsello nel vano portaoggetti della portiera laterale e l'aveva nascosta sotto un panno.

Quando sono tornati all'auto, meno di un'ora dopo, hanno trovato il finestrino laterale del lato passeggero infranto scoprendo poco dopo che sia la borsetta che il borsello dell'uomo erano spariti assieme ai documenti che la donna aveva nella borsa. Nel portafoglio dell'uomo c'erano alcune centinaia di euro (pare circa 600) in contanti insieme a un bancomat.

Le due persone derubate hanno immediatamente contattato il numero di emergenza della banca per bloccare la carta, ma a quanto è stato possibile apprendere con il bancomat c’era anche un il relativo Pin, vale a dire il codice che consente di utilizzare la carta. I ladri sono stati veloci quel tanto che bastava per precedere il blocco della card, e avevano già prelevato diverse centinaia di euro (circa un migliaio) dal conto.

Nelle case di Lana e di Laces.
Dopo i colpi portati a termine e a Postal e Gargazzone, per quanto riguarda le “operazioni” dei ladri nelle case è toccato ancora una volta a Lana dove le incursioni ladresche si erano già concretizzate sul finire dell'anno.

Domenica sera verso le 18 c'è stato un doppio tentativo, uno riuscito e l'altro no per il rientro a casa dei proprietari che hanno fatto scappare i malviventi. I due episodi si sono verificati a Lana di Sotto, precisamente in via Monte Cervinia.

Entrati in un alloggio verso le 18, approfittando della temporanea assenza dei proprietari, i ladri hanno rovistato un po' ovunque e sono riusciti a rubare gioielli e denaro in contante, lasciando nell'appartamento i computer che evidentemente non sapevano come piazzare.

Subito dopo hanno preso di mira un altro alloggio poco distante anche questo al momento lasciato libero dai proprietari usciti per fare una passeggiata. Qui non hanno avuto tempo per rubare alcunché perché i proprietari sono rincasati in tempo e li hanno messi in fuga. Dopo aver ricevuto le segnalazioni, i carabinieri hanno pattugliato Lana di Sotto per cercare i ladri.

L’appello del sindaco di Lana.
Il sindaco Harald Stauder, dà l'ennesimo consiglio a tutti gli abitanti: «Bisogna segnalare subito le persone sospette. Si deve avvertire immediatamente le forze di polizia chiamando il 112. Inoltre ricordiamo di chiudere le finestre prima di uscire di casa, soprattutto quando inizia a fare buio».

In Venosta.
Altri tre furti sono stati segnalati a Laces, in Val Venosta. Anche qui i malviventi hanno agito con la stessa, collaudata tecnica: verificato che i proprietari erano assenti, hanno forzato finestre e porte d'ingresso e una volta all'interno degli appartamenti hanno portato via tutto quanto hanno trovato e soprattutto monili in oro e denaro in contante.
 

















Altre notizie







Attualità