IL DRAMMA

Neonato morto, omicidio aggravato e occultamento di cadavere: fermata la madre

Si tratta di una giovane cittadina rumena in Alto Adige per motivi di lavoro

BOLZANO. La Procura del Tribunale di Bolzano conferma come dalla serata di ieri (17 settembre) sia stata sottoposta a fermo una giovane cittadina rumena, H.S.M. le sue iniziali, per la morte del neonato ritrovato in un cespuglio a Lana di Sopra. L'ipotesi di reato è omicidio aggravato nei confronti del proprio neonato. 

"Nel corso della serata sono state sentite alcune persone informate sui fatti - si legge nella nota trasmessa dal Procuratore -. Sono stati sottoposti a sequestro alcuni oggetti ed indumenti nonché la stanza nella quale la cittadina rumena soggiornava per motivi di lavoro. Le indagini sono ancora in corso si è in attesa di avere ulteriori elementi dall’autopsia che è stata disposta. La donna è anche indagata per occultamento di cadavere".