Il blitz

Colpo grosso a Corvara: rubati occhiali per 40 mila euro

Preso di mira l’esclusivo negozio lungo la strada Col Alt. La moglie: «Hanno portato via solo le montature più care». L’appello del proprietario: «Chiunque avesse notato qualcosa di strano tra il 25 sera e il 26 mattina può rivolgersi a noi o ai carabinieri»

di Ezio Danieli

CORVARA. Clamoroso furto nella notte fra sabato e domenica all'ottica Arcade in via Col Alto a Corvara. Forzata la porta di ingresso i ladri sono entrati facendo una vera e propria razzia di montature delle marche più prestigiose. Il bottino racimolato dai ladri, che hanno agito sicuramente su commissione, è superiore ai 40 mila euro. Indagini dei carabinieri di Corvara che hanno svolto i primi accertamenti nel negozio.

L'Arcade è in via Col Alto a Corvara, poco prima dei tornanti che portano al Campolongo. I ladri hanno agito nel cuore della notte, approfittando dell'oscurità dovuta anche al fatto che erano chiuse la pizzeria ed il ristorante vicini. I malviventi hanno forzato la porta d'ingresso ed una volta all'interno hanno avuto tutto il tempo per disattivare l'impianto di allarme. Sicuri di agire in tutta tranquillità i ladri hanno scelto le montature delle "griffe" più importanti. Hanno rubato tutte le collezioni più care trascurando di proposito tutte le altre.

Hanno rovistato mettendo a soqquadro l'intero negozio che è stato trovato in queste condizionial momento della riapertura. Dice Sabine, la moglie del titolare dell'Arcade, Walter Unterthurner: «I malviventi si sono impossessati delle montature più care presenti in negozio. Quasi certamente hanno agito su commissione e favoriti anche dal fatto che in paese ormai non ci sono più tanti turisti. I locali sono chiusi per cui hanno agito aiutati dal buio. Stiamo facendo l'inventario di ciò che è stato rubato. Ma il bottino racimolato dai malviventi è sicuramente superiore ai 40 mila euro».

Il proprietario dell'Arcade ha affidato a Facebook un messaggio in cui invita chiunque avesse delle notizie o delle testimonianze a rivolgersi ai carabinieri che sono impegnati con gli accertamenti per identificare gli autori del furto. Che è l'ennesimo che si verifica in val Badia.

È recente la doppia incursione in due alberghi della zona. La prima era stata portata a termine, in piena notte, allo Sporthotel Teresa che si trova ai lati della statale prima dell'abitato di La Villa. Con un piede di porco i ladri avevano forzato la porta di ingresso facendo ingresso dell'albergo. Una volta all'interno avevano avuto vita facile nell’individuare il denaro in contanti lasciato probabilmente nella zona dell’accettazione degli ospiti. Avevano creato non poca confusione ma anche danni. Il bottino era stato comunque consistente. Lasciato lo Sporthotel Teresa si erano diretti all'albergo Miramonti che è poco distante. Anche qui con un piede di porco avevano forzato la porta di ingresso e una volta entrati si erano diretti verso il registratore cassa che era stato forzato, asportando tutto il contante che c'era. Poi i malviventi erano scappati facendo perdere le loro tracce.

I militari dell'arma, tramite una mail, avevano avvisato tutti gli alberghi della valle dei furti invitando a prestare la massima attenzione e ad usare tutta la prevenzione possibile per evitare visite notturne poco simpatiche. Da allora i furti in albergo sono cessati, per fortuna. Ma il colpo ai danni dell'Arcade dell'altra notte è un nuovo segnale d’allarme che la popolazione tutta deve considerare con la dovuta attenzione.