Montagna

Val Badia, impianti nuovi al debutto per l’estate  

A Colfosco è stato attivato il Borest che collega il paese a Corvara. Molte le agevolazioni e gli sconti per spostarsi per i possessori dell’Alta Badia Summer Card


Ezio Danieli


VAL BADIA. Dallo scorso weekend sono entrati in funzione gli impianti di risalita in Alta Badia. A Colfosco quest’estate è prevista l’apertura dell’impianto Borest, che collega Colfosco e Corvara come anche dell’impianto Colfosco che porta dal paese in direzione Val Stella Alpina oltre all’impianto Col Pradat con partenza poco sopra l’abitato di Colfosco.

A Corvara sono invece in funzione gli impianti del Boé, Vallon, Col Alto, Braia Fraida e Pralongiá. A La Villa sono operativi gli impianti Piz La Ila, Gardenaccia e Bamby, che assieme alla seggiovia La Fraina collega il paese di La Villa con San Cassiano, dove è in funzione l’impianto del Piz Sorega.

A Badia invece si potrà salire alla chiesetta Santa Croce utilizzando gli impianti La Crusc1 e La Crusc2. Il 25 giugno invece verrà anche aperta l’ovovia Plans-Frara dal paese di Colfosco per raggiungere il Passo Gardena, mentre al Passo Campolongo si potrà salire al Bec de Roces con l’impianto Campolongo a partire dal 18 giugno oppure al Cherz tramite la seggiovia Cherz1 dal 3 luglio in poi.

La maggior parte degli impianti rimarrà in funzione durante i mesi estivi fino a domenica 2 ottobre, ovvero una settimana in più rispetto alle precedenti stagioni estive. Il funzionamento di numerosi impianti di risalita permette alle persone di spostarsi tra i vari paesi in modo facile e veloce senza l’utilizzo delle macchine, riducendo così le emissioni causate dal traffico automobilistico e nel rispetto dell’ambiente.

Da diversi anni l’Alta Badia ha deciso di investire sul concetto di “mobilità alternativa” cercando di collegare così i vari paesi attraverso gli impianti, alimentati da energia elettrica “green”, proveniente da fonti rinnovabili e con motori a potenza limitata di ultima generazione per il risparmio energetico. Si tratta di una rete impiantistica denominata in ladino “sura tera”, ovvero overground che ricorda l’utilità della metropolitana in città, che ovviamente per ragioni di paesaggio in Alta Badia non può che sorvolare il territorio.

Anche per quest’estate verrà nuovamente proposta agli ospiti l’Alta Badia Summer Card. Una tessera, che permette ad adulti e bambini di utilizzare i vari impianti di risalita del comprensorio turistico Alta Badia. I possessori dell’Alta Badia Summer Card avranno molte altre agevolazioni: riduzioni sull’entrata al Museum Ladin Ciastel de Tor e al Museum Ladin Ursus ladinicus, allo stadio del ghiaccio di Corvara come anche una riduzione sull’utilizzo della funivia Lagazuoi, in funzione dal primo di giugno, e molto altro.

Grazie alla collaborazione con Moovit è possibile trovare con facilità tutte le indicazioni necessarie per muoversi in Alta Badia con gli impianti di risalita ed i mezzi pubblici. La App disponibile in 46 lingue, fornisce agli utenti anche grazie alla posizione Gps, i percorsi migliori e gli orari per spostarsi con i mezzi pubblici e gli impianti tra i vari paesi della valle. Dopo una prima fase di sperimentazione nell’agosto del 2021, che ha generato in un solo mese decine di migliaia di ricerche nell’area dell’Alta Badia, è stato siglato l’accordo di collaborazione tra Moovit e l’Alta Badia per la stagione estiva 2022. All’interno dell’app sono state rimappate le fermate e le linee del trasporto pubblico che transitano in Alta Badia e gli impianti di collegamento tra i vari paesi.

















Altre notizie







Attualità