aggressione

Trento, accoltella il marito che vuole separarsi: l’uomo scappa e viene soccorso in strada

I carabinieri hanno seguito la scia di sangue sulle scale del condominio: il 42enne ferito ma non è grave. La donna è stata denunciata e allontanata da casa



TRENTO. I carabinieri sono intervenuti la scorsa notte (6 maggio) per un accoltellamento in via Taramelli a Trento su richiesta degli operatori del soccorso sanitario che stavano prestando la loro assistenza a un uomo in strada, con una emorragia causata da lesioni da taglio.

Il malcapitato - un 42enne trentino - ha riferito ai militari di essere scappato di casa per sottrarsi all’aggressione della moglie, che gli aveva sferrato un fendente con un grosso coltello da cucina.

I Carabinieri, seguendo la lunga scia di sangue lasciata sulle scale del condominio, hanno individuato l’abitazione della coppia, al cui interno era ancora presente la moglie, che nel frattempo aveva provveduto a ripulire la casa e il coltello, ma che colta di sorpresa dall’arrivo dei Carabinieri non ha potuto fare altro che ammettere la propria responsabilità in ordine all’aggressione.

Da quanto è emerso il marito le aveva manifestato l’intenzione di separarsi, da ciò ne è scaturita una discussione che è culminata con l’accoltellamento dell’uomo.

Il ferito, che ha riportato lesioni al braccio e al fianco, è stato portato in ospedale dove è stato curato e dal quale è poi stato dimesso con una prognosi di una quindicina di giorni.

I militari, nei confronti della donna che è stata denunciata per lesioni aggravate, hanno disposto, previa autorizzazione del Pubblico Ministero, l’allontanamento urgente dalla casa familiare con il divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa.

















Altre notizie







Attualità