in tribunale

Uccise la zia: riparte il processo a Bolzano dopo il no della Cassazione al patteggiamento

Daniel Caciula dovrà rispondere di omicidio volontario con dolo eventuale per l’uccisione, a Brunico, della zia Nicoleta

BOLZANO. E' ripreso oggi, 3 maggio, davanti alla giudice per le indagini preliminari Carla Scheidle il procedimento, con rito abbreviato, a carico di Daniel Caciula, di 24 anni, accusato di avere ucciso sua zia Nicoleta, rumena di 46 anni, il 17 luglio 2018, nel suo appartamento di Brunico.

La vicenda giudiziaria riparte così da zero dopo che nel gennaio 2020 la Cassazione aveva annullato il patteggiamento a 4 anni e 10 mesi per omicidio preterintenzionale, accogliendo il ricorso della Procura generale che contestava la qualificazione giuridica del fatto.

Ora infatti a Daniel Caciula viene contestato l'omicidio volontario con dolo eventuale. Prossima udienza il 1 giugno, con delle nuove consulenze tecniche.