L'EVENTO

Un concerto di violini nei boschi devastati da Vaia

Il 13 luglio in val Venegia "I violini, le voci delle Alpi" con i giovani del Conservatorio "Claudio Monteverdi" di Cremona (foto Provincia di Trento)

TRENTO. Il suono dei violini risuonerà là dove la tempesta Vaia si è abbattuta. Centinaia, migliaia di alberi sono crollati al suolo a fine ottobre 2018, spinti dalla forza del vento e della pioggia. L'evento «I violini, le voci delle Alpi», andrà in scena sabato 13 luglio in val Venegia, nell'ambito della presidenza italiana di Eusalp 2019.

Ad esibirsi sarà un'orchestra d'archi composta dai giovani del Conservatorio «Claudio Monteverdi» di Cremona con la collaborazione del Museo del violino di Cremona. In val Venegia ci saranno anche gli artigiani della liuteria di Cremona.

Alla Provincia autonoma di Trento saranno anche donate alcune piante di abete rosso provenienti dal vivaio della Regione Lombardia di Curno. Il pubblico potrà visitare la mostra e la Bottega del Liutaio al bordo del bosco con una dimostrazione del maestro Sandro Asinari, vice presidente del Consorzio liutai Stradivari di Cremona.

«L'ambiente è motore dello sviluppo sociale ed economico del Trentino e dell'intero arco alpino», commenta in una nota il vicepresidente della Provincia, Mario Tonina.