venosta

Macigni sulla strada, la statale 38 chiusa ai tir

Due massi di 90 tonnellate l’uno sono caduti ieri mattina tra Laces e Coldrano. Miracolati quattro giovani a bordo di un’auto. La centrale viabilità: «Inevitabili rallentamenti»



BOLZANO. La statale 38 resterà chiusa per alcuni giorni al traffico pesante dei tir internazionali (a meno che non debbano rifornire proprio la Venosta) dopo che ieri mattina (21 maggio) due enormi macigni di 90 tonnellate ciascuno sono caduti sulla strada tra Laces e Coldrano

Dalla montagna che affianca la strada, intorno alle 4 del mattino, si è staccata una frana che ha fatto piombare sulla carreggiata terra, sassi e soprattutto degli enormi massi. In quel momento stava transitando un’auto, una piccola monovolume, una Fiat 500 L, che si è vista arrivare addosso i clasti rocciosi gradi almeno il doppio della vettura.

Miracolati i quattro giovani a bordo.

Il traffico nei prossimi giorni dovrebbe diminuire, fa sapere la centrale della viabilità provinciale, ma code e rallentamenti sono inevitabili nonostante la deviazione locale attraverso Laces, soprattutto nelle ore di punta, si consiglia attenzione per chi deve transitare sulla statale.













Altre notizie

Attualità

la tragedia

Incendio in un'autofficina a Milano: tre morti e tre feriti

E' accaduto tra via Fra Galgario 8 e via Anguissola. Le vittime si trovavano all'interno di un appartamento al terzo piano dell'edificio di 6 piani in cui è sviluppato il rogo. Sarebbero un'anziana, un cittadino italiano e un'altra persona di origini straniere. Tra i feriti anche un addetto dell'officina da cui sono partite le fiamme (foto Ansa)