l’artista

“Brian Eno x Trentino”, in agosto due installazioni dell’artista britannico nei castelli trentini: tra musica e immagini

L’icona della cultura contemporanea internazionale - membro fondatore negli anni ’70 dei RoxyMusic - sarà a Trento con Audio Installation for Buonconsiglio ed a Castel Beseno con 77 Million Painting for Beseno


di Claudio Libera


TRENTO. Era collegato in videoconferenza Brian Eno, vera e propria icona della cultura internazionale contemporanea, uno degli artisti più poliedrici della nostra epoca. Che ha annunciato la sua presenza in Trentino dal 19 agosto sia a castello del Buonconsiglio che a Castel Beseno, con durate diverse; fino al 6 novembre in via dei Ventuno e fino al 10 settembre sul colle sopra Beseno.

Lo farà con due installazioni intitolate “Audio Installation for Buonconsiglio “e “77 Million Painting for Beseno”. Infatti, come hanno detto i relatori presenti nella sala delle Marangonerie al castello del Buonconsiglio, “muovendo da un’idea di arte come forma espressiva capace di dialogare con l’ambiente e lo spettatore, Brian Eno impiega media diversi per fondere musica ed arti figurative, creando veri e propri paesaggi sonori, in cui far immergere lo spettatore.

Utilizzando display, immagini in continuo movimento e diffusori acustici, crea un gioco combinatorio a infinite varianti di forme, luci e suoni, dove non tutto è sempre come appare ed ogni cosa cambia impercettibilmente, come nella vita, in modo casuale ed inesorabile”.

Raccogliendo le suggestioni degli spazi del Buonconsiglio Eno realizzerà l’Audio Installation for Buonconsiglio, che si compone di opere concepite e realizzare sulla base degli spazi che le ospiteranno per creare un flusso dinamico di suoni. Castel Beseno, invece, sarà sede di un’installazione audiovisiva su larga scala, “77 Million Painting for Beseno”, con le mura del castello usate come tela sui cui animare infinite combinazioni visive della sua opera più celebre. Verranno sovrapposti in ordine casuale 400 dipinti realizzati da Brian, con un software che genera 77 milioni di combinazioni senza mai ripetersi. Sincronizzato con l’opera visita in movimento, un trappeto sonoro unico e irripetibile.

Se al Buonconsiglio l’installazione sonora sarà quotidiana, a Castel Beseno si potrà assistere all’evento ogni venerdì e sabato con otto eventi serali di presentazione al pubblico dell’opera. Sotto il cielo stellato, gli spettatori potranno abbandonarsi e perdersi tra milioni di combinazioni di quadri e di musiche.

















Altre notizie







Attualità