MUSICA

Festival di Sanremo, le pagelle della terza serata: Maneskin & Agnelli uno show

Gabriele Biancardi, di Radio Dolomiti, dà voti ai cantanti impegnati sul palco dell'Ariston in occasione della 71esima edizione del Festival della canzone italiana

L'INIZIATIVA - “Indovina chi?” Gioca con l’Alto Adige e Radio Dolomiti e vinci tanti premi

NOEMI & NEFFA: le intenzioni erano ottime, "prima di andare via" ancora oggi è una gran canzone, peccato che sia successo di ogni tecnicamente. Sfasati con l'orchestra per una strofa, erano fuori tempo completamente, quando si sono accodati ai musicista, i volumi erano completamente fuori controllo. Peccato, peccato ma davvero peccato . Voto 5

FULMINACCI & ROY PACI : ecco cosa accade quando chiami i fuoriclasse. Roy ha reso "penso positivo" di Jovanotti una frustata di energia. Voto 9

RENGA & CASADILEGO: abbinamento curioso ma efficace,  "una ragione di più" ha riempito i cuori di tutti, Voto 9

EXTRALISCIO: vogliamo parlarne? il liscio balcanico, frammezzato con Kasatchov, una vera festa, anche l'ingessato pubblico di Sanremo, se fosse stato presente, avrebbe reagito. Voto 9

FASMA & NESLI: secondo problema tecnico vero, microfono non funzionate di Fasma, brano risuonato e onestamente ha allungato un pochino il disagio di un brano che fatto da Tiziano Ferro, aveva tutto un altro senso. Voto 6

BUGO & PINGUINI: ecco, diciamo che l'impresa era piuttosto difficile, Battisti è uno scoglio bello grosso e tutti loro non sono riusciti proprio a non finirci addosso fragrorosamente. Un tonfo piuttosto assordante, stonati, nemmeno tanto affiatati. Voto 5

MICHIELIN & FEDEZ: strano medley, assemblato un pochino alla meglio e nemmeno cantato con convinzione. Per quelli che dovevano fare sfracelli, questo festival continua ad essere piuttosto anonimo. Voto 6

IRAMA & GUCCINI: la voce arrotata del maestro e una interpretazione superlativa, hanno reso Cyrano davvero bella. Lo strano ovviamente era vedere gli orchestrali in maglione e scarpe da ginnastica. Già, causa covid era la registrazione delle prove generali, ma non per questo meno bella. Voto 8

MANESKIN & AGNELLI: che vuoi dire, perfetta, il brano dei CCCP "amandoti", si è prestata ad essere esaltata, urlata con rabbia e amore. Devo dire che anche Agnelli, forse perché sfidato dal giovane puledro Damiano, è stato all'altezza, Rock never die. Voto 10

RANDOM & THE KOLORS: cantare dopo Maneskin, è stato crudele, il "ragazzo fortunato" di Jovanotti era probabilmente andato via. Random inadatto per un brano che si canta in pullman (forse meglio) alle gite. Hanno provato i The Kolors ha dare una sferzata di vitalità, tentativo purtroppo infruttuoso. Voto 5

WILLIE PEYOTE & SAMUELE BERSANI: piace vincere facile? no, perchè comunque devi cantare con l'autore del brano e non sparire nel confronto. WIllie si è posto con molta modestia e ha (furbescamente) lasciato la maggior parte di palco a Samuele. "Giudizi Universali" è un brano che non si può non amare. Effetto bellissimo. Voto. 9

ORIETTA BERTI & LE DEVA: tecnicamente, Orietta si mangia quasi tutti, perfetta, mai una mezza nota sbagliata, "io che amo solo te", giusta per esaltare le sue doti, arrangiamento un filino sopra le righe per un brano che è un ricamo delicato, ma alla fine spaccano! Voto 9

GIO' EVAN & "GRUPPO LUMARELL": in verità, erano alcuni partecipanti di the voice senior, tutti professionisti eh, ma l'effetto cercato non è arrivato. Giò, credo sia molto più bravo a scrivere che a cantare."Gli anni" di Pezzali, rappresenta la nostra giovinezza, devi farla bene o non ti si perdona. Voto 5

GHEMON & NERI PER CASO: accoppiata perfetta per un medley senza sbavature. Ghemon sembrava il settimo componente del gruppo che vinse nel 1995. si cantava anche a casa tanto erano coinvolgenti. Voto 9

RAPPRESENTANTE DI LISTA & RETTORE: "Splendido splendente" fu un enorme successo, ieri ha ritrovato intatto tutta quella energia dell'esordio. Cantata benissimo anche dalla Rettore, la tonalità era piuttosto impegnativa, ma ne sono uscite tutte benissimo. Voto 8

ARISA & MICHELE BRAVI: quando ti cimenti con Pino Daniele, vale lo stesso discorso fatto per Battisti, ma questa volta il risultato c'è eccome! lei e Bravi, hanno trattato "quando" con rispetto e delicatezza. Momento struggente. Voto 9

MADAME : 2 euro per un ospite si potevano trovare dai, ha provato a mettere in scena un quadro teatrale, ma "Prisincolinensinaiciusol" va cantanta  a cazzum, con ironia e strafottenza, la prima non c'era. Voto 5

Ecco la mia serata finisce. Ultima nota, i Nomadi sono un gruppo che merita rispetto, Fiorello, Amadeus, Ibraimovic e Mihajlovic, non dovevano permettersi di raffazonare una raggelante breve (per fortuna) versione di "io vagabondo". Potevano evitarsela.