cultura

“Fuori!”, lo Stabile di Bolzano riparte con 100 spettacoli all'aperto

Una rassegna gratuita in tutto l’Alto Adige: da Dante a Arlecchino, fino a Marco Paolini 

BOLZANO. "Fuori! Il Teatro fuori dal Teatro" è il titolo di una una rassegna all'aperto con più di 100 appuntamenti gratuiti a Bolzano e Provincia, presentata dal Teatro stabile di Bolzano in occasione dell'odierna giornata mondiale del teatro.

"In questo anno legato a doppio filo all'evoluzione della pandemia ho lavorato per individuare ogni strada percorribile per tutelare il settore della cultura - sottolinea l'assessore alla cultura italiana Giuliano Vettorato – in modo da dare un segnale forte, da un lato alla cittadinanza e, dall'altro ai professionisti della cultura e dello spettacolo".

Epicentro dell'attività dal vivo sarà infatti Bolzano che ospiterà 40 eventi su tre palchi differenti (l'arena del Tsb al Talvera, il palco in piazza Matteotti e quello nel quartiere Casanova).

La Commedia dell'Arte e l'improvvisazione sono gli ingredienti di due progetti. "Arlecchino da Marciapiede", ideato da Marco Brinzi e interpretato assieme a Caterina Simonelli porta i "lazzi" di due figure archetipiche come il Dottor Balanzone e Arlecchino in giro per gli spazi condivisi, le piazze, i parchi e le piste ciclabili della provincia.

Parallelamente, la compagnia Stivalaccio Teatro sarà protagonista di un intenso tour provinciale durante il quale presenterà due suoi cavalli di battaglia: "L'Arlecchino Furioso" e "Don Chisciotte, tragicommedia dell'arte".

Nell'ambito di "Fuori!" un format amatissimo come quello di Tournée da Bar viene rivisitato da Davide Lorenzo Palla e dal regista Riccardo Mallus in collaborazione con Roberto Cavosi per focalizzarsi su Dante e la sua opera. L'essenza del progetto "Dante da bar "rimane la stessa: portare il teatro, e in questo caso la letteratura, in posti non convenzionali, rievocare i gironi danteschi in maniera poetica e popolare. Lo spettacolo rientra nelle iniziative dedicate alla celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

Stefano Massini, autore tra i più apprezzati in ambito internazionale con cui lo Stabile di Bolzano ha stretto un solido legame artistico, porterà in scena il suo monologo "L'alfabeto delle emozioni". Il filo rosso della narrazione d'autore conduce sino a Marco Paolini, protagonista di "Teatro fra parentesi".