Glocal Piano Project, le 92 esibizioni sono tutte on line 

Musica. Terminate le selezioni del Concorso Pianistico “Busoni” Il 26 novembre i nomi dei prescelti per la finale del prossimo anno

di Marzio Terrani

Bolzano. La piattaforma online della Fondazione Busoni-Mahler si apre al pubblico di tutto il mondo. Da oggi e fino al 26 novembre è possibile vedere le 92 esibizioni dei candidati del celebre concorso pianistico ed esprimere il proprio voto. Poi il 26 stesso, a mezzogiorno, verranno comunicati i nomi dei musicisti selezionati.

Il progetto Glocal Piano Project, che ha permesso lo svolgimento delle preselezioni del Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni a dispetto della difficile situazione internazionale, è giunto con successo alla sua conclusione. In 23 città, 19 stati e 4 continenti ben 92 giovani pianisti si sono esibiti sugli strumenti della Steinway & Sons, negli showroom della celebre ditta di costruttori di pianoforti, con un programma di 20 minuti che entro il 25 novembre una giuria di qualità dovrà valutare, per stabilire chi saranno i candidati ammessi alle fasi finali che si svolgeranno la prossima estate a Bolzano.

È la prima volta che sulla scena dei concorsi internazionali si tenta una simile impresa. Anche in questo il Concorso Busoni si dimostra all’avanguardia: dall’alto dei suoi 71 anni di storia la competizione continua a guardare al futuro, cercando nuove soluzioni e strategie e sfruttando le tecnologie che la modernità ci mette a disposizione. Questo nuovo formato non solo ha permesso di dislocare le fasi di preselezione in tutto il globo ovviando al problema della pandemia, ma permette anche un maggiore coinvolgimento del pubblico. I video delle esibizioni sono infatti disponibili sulla piattaforma digitale creata dalla Fondazione Busoni-Mahler ed il pubblico potrà quindi dal 19 al 26 novembre esprimere il proprio voto, con cui verranno scelti fino ad 8 candidati oltre ai 27 scelti dalla giuria. I video sono visionabili registrandosi al sito www.concorsobusoni.it, dove si potranno esprimere fino a tre preferenze. Un’occasione per partecipare in prima persona ad una delle più importanti e celebri competizioni pianistiche a livello mondiale.

I giovani candidati di questo primo round provenivano da: Indonesia (1), Ucraina (2), Corea del Sud (22), Giappone (7), Italia (11), Stati Uniti (4), Austria (2), Romania (1), Russia (14), Bolivia (1), Croazia (2), Cina (6), Finlandia (1), Svezia (1), Marocco (1), Francia (1), Germania (6), Polonia (2), Repubblica Ceca (1), Malesia (1), Albania (1), Serbia (1), Taiwan (2), Svizzera (1), Spagna (2), Kazakistan (1), Armenia (1), Hong Kong (1). Tra loro anche il 22enne pianista bolzanino Maximilian Trebo. Se risultasse tra i prescelti, per il capoluogo e per gli appassionati altoatesini in generale, sarebbe un motivo di interesse in più per rendere speciale l’edizione 2021 del “Busoni”. Ricordiamo chela giuria internazionale era composta da sette membri guidati dal sociologo e manager musicale tedesco Elmar Weingarten.