l’incarico

Musei dell'Alto Adige, Fleckinger confermata direttrice

A lungo direttrice del Museo archeologico, dal 2018 è responsabile della Ripartizione Musei e dell’Azienda Musei provinciali (foto Museo Archeologico/Angelika Schwarz)



BOLZANO. L'archeologa Angelika Fleckinger è stata confermata dal presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, direttrice della Ripartizione provinciale Musei e dell'Azienda Musei provinciali. In qualità di assessore al personale, Kompatscher ha firmato il decreto di nomina, dopo che la giunta provinciale aveva dato via libera. Fleckinger, dal 2005 alla guida del Museo archeologico e dal 2018 direttrice della Ripartizione Musei e dell'Azienda Musei provinciali, era l'unica partecipante alla procedura di selezione per il personale dirigente.

"Angelika Fleckinger conosce perfettamente i Musei provinciali dell'Alto Adige - sottolinea il presidente della giunta - ha preso parte all'allestimento del Museo archeologico e lo ha diretto per tanti anni con successo. Analogamente ha seguito lo sviluppo del Museo di scienze naturali. In queste occasioni ha dimostrato competenze dirigenziali, talento organizzativo e senso per il moderno lavoro museale".

"In qualità di direttrice dei Musei provinciali - aggiunge Kompatscher - la dottoressa Fleckinger si è assunta un compito molto importante e di grande responsabilità, vale a dire trasformare i musei in istituzioni educative e di ricerca per gli abitanti dell'Alto Adige e per milioni di turisti, dando loro una veste accattivante. Le è riuscito molto bene, ad esempio, con la mostra permanente sull'Autonomia dell'Alto Adige di piazza Magnago, a Bolzano, della quale Fleckinger è responsabile in qualità di direttrice di ripartizione".

Angelika Fleckinger ha 51 anni ed è originaria di Vipiteno. Dal 1989 al 1995 ha studiato preistoria, storia antica, archeologia classica e storia dell’arte all’Università di Innsbruck, laureandosi con una tesi sulla topografia dei ritrovamenti archeologici nella parte meridionale dell’Alta Val d’Isarco. In seguito, ha lavorato come tecnico degli scavi presso l’Ufficio provinciale per i monumenti archeologici, dal 1998 è stata coordinatrice del Museo archeologico dell’Alto Adige, del quale ha assunto la direzione nel 2005. Fleckinger è stata attiva anche nel campo della ricerca, con l’attenzione concentrata sulla Mummia dei ghiacci Ötzi. Su questo argomento ha firmato anche una serie di pubblicazioni.

















Altre notizie







Attualità