la ricerca

Economia, cresce il commercio all'ingrosso, ma nel dettaglio male uno su quattro

I dati della rilevazione estiva a cura dell’Istituto di Ricerca Economica (Ire) della Camera di Commercio di Bolzano: soffrono soprattutto le imprese più piccole



BOLZANO. La rilevazione estiva del Barometro dell'economia dell'Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano mostra una situazione ancora positiva per il commercio all'ingrosso altoatesino, con quasi nove imprese su dieci che prevedono per quest'anno una redditività quantomeno soddisfacente.

Tali aspettative beneficiano del buon andamento del giro d'affari, segnalato in aumento in sette casi su dieci, soprattutto sul mercato locale altoatesino e su quello nazionale.

Decisamente più modeste appaiono le aspettative nel comparto del dettaglio e in quello del commercio e della riparazione di veicoli. In entrambi i casi, circa un'impresa su quattro prefigura un risultato d'esercizio insoddisfacente.

Nel commercio all’ingrosso, bisogna inoltre considerare come gli incrementi di fatturato siano in parte dovuti al deciso rincaro di molte merci, soprattutto nei comparti dei materiali da costruzione, dell'abbigliamento, degli alimenti e dell'arredamento. Anche le intenzioni di investimento delle imprese del commercio all'ingrosso sono in aumento, in particolare per quanto riguarda fabbricati, macchinari e apparecchiature.

Nel commercio al dettaglio si osserva invece un deterioramento del clima di fiducia rispetto alla precedente rilevazione primaverile, con circa il 25% delle imprese che prefigura per quest'anno una redditività insoddisfacente.

Nei mesi scorsi i fatturati sono aumentati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, per effetto della ripresa dei flussi turistici e dell'aumento dei prezzi di vendita. Tuttavia, spesso ciò non è bastato a compensare i maggiori costi di approvvigionamento delle merci e dell'energia.

















Altre notizie







Attualità