soldi

In Alto Adige redditi in flessione del -3,5%. «Colpa dei danni causati al turismo dal lockdown». A Falzes i più “ricchi”

Il totale dichiarato è di 10,4 miliardi, per una media di 24.766. I dati sono relativi all'anno d'imposta 2020



BOLZANO. Scende in Alto Adige il reddito complessivo dichiarato che si attesta a 10,4 miliardi di euro. Il decremento è relativo all'anno d'imposta 2020, anno nel quale l'impatto della pandemia Covid-19 è stato intellegibilmente più penalizzante in termini di ricadute economiche. Un decremento che non ha però riguardato solo l'Alto Adige (-3,5%) ma anche tutte le regioni italiane, in particolare quelle del Nord, osserva l'Istituto per la promozione dei lavoratori (Afi-Ipl).

"Un primato negativo della provincia di Bolzano condiviso con la sola Toscana, che come l'Alto Adige ha subito un brusco calo dei redditi dichiarati proprio per le gravi perdite del settore turistico in seguito al lockdown", specifica il Direttore Ipl Stefan Perini.

L'ammontare complessivo in Alto Adige è di 10,4 miliardi di euro, corrispondente ad un reddito medio dichiarato di 24.766 €. Volendo stilare una classifica nazionale sui redditi medi, la Provincia di Bolzano si colloca al secondo posto, preceduta soltanto dalla Lombardia (25.331 €).

In cima alla classifica dei comuni con i redditi complessivi medi più elevati spicca Falzes con 29.379 €. A seguire Brunico (29.073 €), Appiano (28.594 €), Varna (28.426 €) e Bressanone (27.814 €). Il comune capoluogo, ovverossia Bolzano (27.400 €), guadagna sei posizioni rispetto all'anno precedente, salendo al set-timo posto.

Soltanto il 3,3% dei contribuenti dichiara redditi maggiori a 75.000 €. Se confrontato con i risultati dei precedenti due anni d'imposta è un dato in leggera diminuzione (3,5% sia nel 2019 che nel 2018). I 13.812 contribuenti altoatesini con redditi lordi superiori a 75.000 € assommano il 18,4% del reddito complessivo generato in Alto Adige.

















Altre notizie







Attualità