labers

Strada stretta, il tir resta bloccato: recuperato con l'autogru

Il tir sbaglia strada, forse per colpa del navigatore, e finisce in una stradina molto stretta di accesso al Castel Labers, vicino a Merano. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare per ore ieri pomeriggio (2 agosto) per sbloccare il mezzo con l'autogru e riportarlo sulla giusta strada. LE FOTO (David Ceska)







Gallerie

Ucraina: Papa, unica cosa ragionevole fermarsi e negoziare

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 31 LUG - "Anche durante il viaggio (in Canada, ndr) non ho mai spesso di pregare per il popolo ucraino, aggredito e martoriato, chiedendo a Dio di liberarlo dal flagello della guerra". Lo ha detto papa Francesco all'Angelus. "Se si guardasse alla realtà oggettivamente considerando i danni che ogni giorno di guerra porta a quella popolazione ma anche al mondo intero, l'unica cosa ragionevole da fare sarebbe fermarsi e negoziare. Che La saggezza ispiri passi concreti di pace", ha aggiunto il Pontefice. (ANSA).

Le foto

Il raduno più pazzo del lago di Garda: ecco le macchine anfibie

Invasione anfibia sul lago di Garda per Amphib Italy 2022: mezzi anfibi da tutta Europa, per lo più d'eèpoca, si sono dati appuntamento in raduno sul Garda per il raduno più pazzo dell'estate. Un’invasione pacifica inscenata da una settantina di mezzi, per lo più d’epoca, alcuni dei quali protagonisti dello sbarco in Normandia, con a bordo circa 200 persone (foto VisitSirmione e VisitLimone)

Le foto

Nubifragio nel bresciano: 3 feriti e 40 evacuati

Strada statale e ferrovia chiusa per tutta la notte, acqua e fango ovunque. Questo lo scenario nei paesi dell'Alta Vallecamonica nel Bresciano colpiti dal maltempo e dall'esondazione del torrente Re che ha coinvolto Braone e Niardo. Quaranta persone sono state evacuate per questioni di sicurezza e a causa dell'odore di gas avvertito nel momento più intenso della bomba d'acqua che ha colpito la Vallecamonica. Tre i feriti non gravi. "A mezzanotte dopo un'ora di pioggia intensa abbiamo sentito un grande frastuono sembrava un terremoto: era il torrente esondato. Ora qui è un disastro" ha detto Carlo Sacristani, sindaco di Niardo.









Altre notizie









Attualità