Le foto

Nuovo rogo nei boschi dell'Alto Adige: le immagini dei vigili del fuoco in azione

I vigili del fuoco in azione per spegnere il nuovo incendio che si è sviluppato a Prato allo Stelvio, nella zona sopra il Rio Solda (foto vigili del fuoco volontari di Prato allo Stelvio) - LEGGI L'ARTICOLO







Gallerie

Jova Beach Vasto: attese 40mila persone in due giorni

(ANSA) - VASTO, 19 AGO - "Vasto, sto arrivando da te con la luce negli occhi e la gioia nel cuore". Pochi accordi affidati a una storia di Instagram. Così Jovanotti ha annunciato sui social la sua due giorni in programma oggi e domani a Vasto (Chieti). Attese circa 20mila persone per ogni giornata. Il villaggio del Jova Beach Party aprirà alle 14.30, per una serie di concerti, dj set e molto altro. Fino all'appuntamento principale di ciascuna serata, previsto intorno alle 20. Poco più di 9mila i posti auto a pagamento (15 euro per le auto, 5 per le moto), nelle aree individuate. A nord del villaggio del "Jova Beach Party", allestito sulla spiaggia tra il pontile e il Lido Acapulco, sarà possibile parcheggiare nella zona industriale di Punta Penna, al Parco Moscato o all'ex campo volo dell'Incoronata. Chi viene da sud può fermarsi nell'area industriale di piana Sant'Angelo al vicino comune di San Salvo o su alcuni punti di lungomare Cordella. I parcheggi sono collegati con navette gratuite. Nella due giorni Vasto Marina sarà interdetta al transito e alla sosta dei veicoli nel tratto ricompreso dal lungomare Cordella nord (zona Bagnante) fino all'incrocio con la Statale 16 (autostello - park Hotel). I residenti, domiciliati, lavoratori, proprietari di attività commerciali e ricettive, ospiti di strutture alberghiere per accedere a Vasto Marina devono chiedere il pass auto anche attraverso il sito internet del Comune di Vasto www.comune.vasto.ch.it. Consigliati gli spostamenti dentro Vasto Marina con navetta. La Statale 16 è a senso unico direzione nord-sud (da località Trave a via Grasceta a San Salvo). I motocicli e le bici potranno parcheggiare sul lungomare Cordella, percorrendo la Statale 16 con provenienza da Nord o da via Trave canalizzandosi attraverso l'allacciante Nord direzione Lungomare Cordella (sempre zona Bagnante). I parcheggi saranno a pagamento per le moto, gratuiti per le bici. (ANSA).

Moto: Austria; Ducati Miller domina le prime libere

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - La Ducati di Jack Miller domina le prime prove libere del Gran Premio d'Austria classe MotoGp. Su una pista resa viscida dalla pioggia caduta nella notte sullo Spielberg, l'australiano in 1'30''756 ha preceduto la Ducati non ufficiale di Johann Zarco (+0''618) e la Suzuki di Joan Mir (+0''820). Quinta la Yamaha del leader del Mondiale Fabio Quartararo (+1''017). Indietro Francesco Bagnaia solo sedicesimo con un distacco di 1''757 dal compagno di squadra Miller. Marc Marquez è presente nel box Honda per dare una mano al team nello sviluppo della moto. (ANSA).

Ruberti: capo di Gabinetto rassegna le dimissioni

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Il capo di Gabinetto di Roma, Albino Ruberti, ha rassegnato le sue dimissioni con una lettera inviata al sindaco della Capitale, Roberto Gualtieri. Ruberti ha preso la decisione dopo la pubblicazione, da parte del Foglio, del video shock che lo vede protagonista di un'accesa lite con pesanti minacce. "Per evitare strumentalizzazioni che possano ledere il tuo prestigio e quello dell'istituzione che rappresenti, con la presente rimetto il mio mandato da Capo da Gabinetto", scrive Ruberti nella lettera. "Illustrissimo sindaco, in merito al video pubblicato nella serata di ieri dal quotidiano 'Il Foglio' - scrive - confermo che quanto avvenuto trattasi di un litigio verbale durante una cena privata, che nulla ha a che vedere con il mio ruolo istituzionale. In particolare, ho reagito con durezza alla frase 'mi ti compro', che pur non costituendo in sé una concreta proposta corruttiva, mi ha portato a chiedere con foga sicuramente eccessiva e termini inappropriati, di ritirarla immediatamente perché l'ho considerata lesiva della mia onorabilità". "Sono a disposizione per ogni chiarimento che riterrai necessario - prosegue - e, per evitare strumentalizzazioni che possano ledere il tuo prestigio e quello dell'istituzione che rappresenti, con la presente rimetto il mio mandato da Capo da Gabinetto". (ANSA).

Europei atletica: Tamberi, e domani addio al celibato

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Gianmarco Tamberi ha vinto la medaglia d'oro agli Europei di atletica leggera a Monaco di Baviera. L'olimpionico si è imposto con la misura di 2,30 metri. "Una fetta di questo successo - ha aggiunto Tamberi - e' anche sua, che lavora con me da 13 anni, come a tutto il mio staff". Tamberi ha poi parlato della gara: "E' stata difficilissima, quando ho visto che cominciava a piovere, sapendo che con la mia velocita' potevo essere penalizzato e rischiavo di scivolare in pedana, mi sono detto: 'oggi o mai più'". "Dopo quello che ho passato, sto esplodendo di gioia - ha anche sottolineato Tamberi riferendosi agli infortuni, alla positivita' al Covid e alla vicenda del 'divorzio' tecnico dal padre poi rientrato - E' stato un anno difficile, ma entro di me trovo qualche tipo di forza che mi aiuta a superare gli ostacoli. Lo stadio era magico, i migliori salti li ho fatti in maglia azzurra, che mi dà tantissima energia. Dopo il Covid e gli infortuni volevo quasi smettere per non dare ulteriori delusioni a me stesso. Fra due settimana con Chiara ci sposiamo, è la donna della mia vita, mi dà la forza per fare queste cose". Poi un elogio allo sport azzurro: "L'Italia e' un paese bellissimo, ma avete visto cosa stanno facendo agli Europei di Roma?", ha detto riferendosi al nuoto. (ANSA).

Incendi: notte di fuoco attorno a Palermo,residenti evacuati

(ANSA) - PALERMO, 19 AGO - Residenti evacuati nella notte nelle colline attorno a Palermo a causa di diversi incendi che hanno minacciato ville e abitazioni. Una lunga notte di fuoco tra Poggi Ridente, Poggio San Francesco e ancora nelle Nuovo, nelle zone di Boccadifalco e Borgo nei pressi della discarica di Bellolampo. Anche il sindaco di Palermo Roberto Lagalla ha invitato gli abitanti a tenere chiuse le finestre a causa della nube nera che ha coperto questi quartieri. A Poggio Ridente, una zona residenziale che domina il capoluogo, alcune ville sono state fatte evacuare. Poi, dopo l'intervento dei vigili del fuoco e della forestale, i residenti sono rientrati nelle proprie abitazioni. Cenere e forte odore di bruciato anche in centro città. Questa mattina le fiamme sono di nuovo divampate su Monte Grifone. Dovrebbero intervenire i mezzi aerei che già ieri per ore hanno operato per tutta la giornata in diversi comuni della provincia. Nella notte è stata chiusa nuovamente anche la A19, tra Termini a Trabia, per diversi incendi appiccati nella zona dopo che lunghissime code di alcuni chilometri si erano formate all'ingresso dell'autostrada da Palermo per un rogo nella zona di via Giafar. "Incendi ovunque. contrada Cortevecchia, contrada Pistavecchia, contrada Bragone, Rocca Rossa - Ozanam. Siamo tutti fuori per dare sostegno ai cittadini, con il fuoco a pochi passi da noi. Un incubo, con chiamate che si rincorrevano e che ci segnalavano sempre nuovi principi di incendi in zone sempre diverse - scrive il sindaco di Termini Imerese Maria Terranova - Abbiamo attivato il Centro Operativo Avanzato: un centro operativo che ho voluto costituire direttamente sui luoghi interessati dagli incendi. Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma la Sicilia brucia e per mano di ignobili criminali in un sistema che fa sempre più fatica a reagire. Siamo molto stanchi". (ANSA).

la serata

Miss Italia, sesta finale regionale a Lagundo: le foto

È Beatrice Dalledonne la vincitrice della sesta e penultima finale regionale di Miss Italia. La serata ha visto 23 ragazze contendersi il titolo di "Miss Sport Trentino Alto Adige". Dalledonne, 18 anni e neo diplomata, è una ragazza davvero sportiva: campionessa regionale di salto in alto e membro della squadra rappresentativa regionale. Nelle sue intenzioni future c'è l'iscrizione alla laurea in Medicina.

Musei, l'allarme di Schmidt "Più personale o si chiude"

Musei, l'allarme di Schmidt "Più personale o si chiude" Direttore degli Uffizi all'ANSA, il nuovo governo ne tenga conto ROMA (di Silvia Lambertucci) (ANSA) - ROMA, 18 AGO - Agli Uffizi un luglio da record, con 427.856 visitatori, mai così tanti nella storia del museo. E poi un Ferragosto col botto, quasi 43 mila persone nel weekend festivo con tutto che il 15 si poteva entrare soltanto a Boboli. Dopo i due anni durissimi della pandemia, i luoghi della cultura italiani tornano a riempirsi quanto e più del 2019, in prima fila proprio il museo fiorentino che già nel 2021 aveva festeggiato il primato del più visitato d'Italia. Anzi, da Roma a Milano, dalla Galleria Borghese a Pompei, crescono i visitatori e diminuiscono le file, si progettano nuovi ristoranti e caffetterie, si investe come non mai sulla ricerca. Un problema però c'è ed è quello di un personale "ovunque ridotto all'osso", spiega all'ANSA Eike Schmidt, da quasi sette anni alla guida del museo più famoso e gettonato del Paese. Un nodo nevralgico da affrontare subito, assicura, "altrimenti si chiude". Impossibile rimandare, dice lo storico dell'arte tedesco arrivato in Italia nel 2015 - la nomina è proprio del 18 agosto - con il primo concorso per i direttori dei musei ad autonomia speciale lanciati dalla riforma Franceschini. "Autonomia speciale o sarebbe meglio dire autonomia parziale", sottolinea lui pacato. Perché la riforma ha cambiato in meglio tante cose, ma le piante organiche dei musei autonomi rimangono di pertinenza dell'amministrazione centrale e i direttori manager su questo non hanno potere di intervento. Un tema che, a sette anni dalla sua entrata in vigore, rimane secondo Schmidt il tallone d'Achille della rivoluzione di Franceschini, per tutto il resto promossa a pieni voti in una lunga conversazione che tocca i temi della produzione scientifica ("enormemente cresciuta in questi anni"), la migliorata capacità di spesa, le facilitazioni organizzative, le entrate economiche in continua crescita. "Quella delle risorse umane è la sfida più grande che si troverà ad affrontare chiunque col nuovo governo dovrà occuparsi della politica per la cultura", ribadisce il direttore. Che guarda al futuro con una miriade di progetti, di eventi, di mostre e di nuove aperture a Firenze e non solo, grazie al successo degli Uffizi diffusi. "In un periodo in cui l'offerta museale cresce e i visitatori tornano ad aumentare, il numero degli addetti nei musei continua a contrarsi", fa notare, rivelando di aver appena ricevuto una circolare del Mic che riduce di un ulteriore 9% l'organico delle Gallerie. Un tema, si sa, è anche l'invecchiamento del personale: solo alle Gallerie degli Uffizi dal 2013 al 2022 sono andati in pensione 166 addetti a fronte di 34 nuovi ingressi totali (un numero che tiene conto dei 15 vigilanti vincitori di concorso che arriveranno a Firenze a settembre). Il bilancio in negativo è quindi di 132 unità, delle quali 67 nel settore della vigilanza. Una carenza drammatica e, secondo Schmidt, "sicuramente condivisa da molti altri musei, archivi, biblioteche" che porta il direttore alla convinzione che "con l'attuale modello non c'è la possibilità di una gestione efficace ed efficiente del personale". Accanto alle ombre, le luci. Perché ci sono settori, insiste Schmidt, nei quali i cambiamenti hanno portato ottimi frutti. I servizi, per esempio, per i quali gli Uffizi hanno in serbo una serie di novità. Schmidt snocciola un elenco di aperture, dalla nuova Coffe House di Boboli al restauro del bar di Pitti, a cui si aggiungeranno l'anno prossimo e nel 2024 una gelateria e una caffetteria al Prato dei Castagni e un terzo luogo di ristorazione al Tagliere. Nel palazzo degli Uffizi, che già può contare su un bar con vista sullo splendido terrazzo, arriveranno un ristorante, altri due bar e una pasticceria. Ci sono poi i progetti espositivi, dalle nuove sale con gli autoritratti degli artisti alla mostra dedicata a Eleonora da Toledo che aprirà nel 2023, oltre ad un'altra a gennaio su Rudolph Levi e un'esposizione sulla finanza nell'antica Roma. Senza dimenticare gli Uffizi diffusi, dall'intera sala a Ravenna nella Casa di Dante ai lavori per il restauro e l'allestimento della Villa Ambrogiana di Montelupo. Un'offerta davvero ampia che certo non comunica un'idea di crisi. "Questo perché tutte le autonomie parziali che sono state date a musei e siti archeologici hanno dato grandi frutti - ribadisce -. Ma il fatto che non ci sia alcuna cogestione delle risorse umane rimane un vulnus della riforma. Su questo chi ci governerà dopo il 25 settembre dovrà riflettere. Si può scegliere tra diverse soluzioni. L'unica cosa che non si può fare è rimanere fermi". (ANSA).

Maltempo: pioggia in Lombardia, parchi chiusi a Milano

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - Piove su Milano e su larga parte della Lombardia dove al momento non si segnalano particolari danni, mentre già ieri nel basso mantovano si è scatenato un violento temporale, che ha causato l'allagamento di alcuni scantinati. Un'allerta emanata dalla protezione civile aveva previsto già per ieri l'arrivo di fenomeni temporaleschi e anche il Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione Lombardia aveva emesso un'allerta meteo sul nodo idraulico di Milano dal tardo pomeriggio di ieri. In particolare su Milano è stata diramata un'allerta arancione (rischio moderato) per temporali forti, gialla (rischio ordinario) per rischio idrogeologico, e dalla mezzanotte di ieri per rischio idraulico. Per questo, a scopo cautelativo, anche in considerazione della lunga siccità degli ultimi tempi, il Comune di Milano ha deciso di lasciare chiusi i parchi recintati e ha invitato i cittadini a fare attenzione e preferibilmente non sostare in auto o a piedi sotto gli alberi, in prossimità delle impalcature dei cantieri, di dehors e tende e in generale di tutti i manufatti che possono essere spostati dal vento. Ai milanesi si chiede inoltre di mettere in sicurezza oggetti e vasi su davanzali, balconi e spazi all'aperto. Il Centro operativo comunale (COC) della Protezione civile è attivo fino a chiusura dell'allerta per monitorare e coordinare gli eventuali interventi, così come è attivo il piano per il monitoraggio di sottopassi e aree interessate da possibili esondazioni dei fiumi Seveso e Lambro. (ANSA).









Altre notizie









Attualità