la guerra in ucraina

Kiev: liberati dai russi 215 prigionieri di guerra: gli 'eroi di Azovstal'

Scambiati con oligarca filorusso Medvedchuk

ROMA


KIEV. L'Ucraina ha annunciato la liberazione di 215 prigionieri di guerra dei russi tra cui 205 'eroi di Azovstal', i difensori dell'acciaieria di Mariupol che fu ultima roccaforte ucraina nell'area. In cambio Kiev ha rilasciato l'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk e 55 soldati russi.

Lo ha rivelato il capo dell'ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Andriy Yermak sottolineando che lo scambio "è il risultato di accordi personali tra il presidente Zelensky e il presidente (turco, ndr) Erdogan".

"Il presidente Volodymyr Zelensky ha fissato un obiettivo chiaro: riportare i nostri eroi a casa. Il risultato: i nostri eroi sono liberi", ha scritto su Facebook Yermak.

Tra le persone liberate ci sono anche 10 stranieri che hanno combattuto a fianco degli ucraini, alcuni dei quali minacciati di morte. Rilasciati grazie agli sforzi del principe saudita Mohammed bin Salman, si trovano in questo momento a Riad. 

















Altre notizie







Attualità