MIGRANTI

Naufragio davanti Lampedusa, nove i corpi recuperati

Tra i dispersi ci sarebbero anche 8 bambini; 50 le persone a bordo, 22 quelle messe in salvo

ROMA

ROMA. Sono in tutto nove i corpi dei migranti recuperati, vittime del naufragio di questa notte a largo di Lampedusa. Oltre ai due corpi rinvenuti nell'immediatezza dei soccorsi, altri sette corpi privi di vita sono stati recuperati questa mattina da due motovedette della Guardia Costiera, dopo essere stati avvistati da un elicottero della Guardia Costiera impegnato nell'attività di ricerca.

L'attività di ricerca dei dispersi prosegue. Ventidue i superstiti, già trasferiti in porto. 

C'erano una cinquantina di persone a bordo del barchino che è naufragato, in maggioranza tunisini e subsahariani. Secondo una prima ricostruzione, quando sono arrivate le motovedette per procedere al trasbordo i migranti si sono spostati tutti da un lato e, complice il mare mosso, hanno fatto ribaltare l'imbarcazione. 

Ci sarebbero anche 8 bambini tra i dispersi: lo hanno raccontato i sopravvissuti agli uomini della Guardia costiera e della Gdf che li hanno soccorsi.