Il caso

Occupazioni a scuola, il governo studia una norma. Valditara: "Chi occupa e danneggia dovrebbe essere bocciato"

Il ministro dell'istruzione: "Chi compie atti illeciti non può essere promosso"

MILANO


MILANO. "Stiamo studiando una norma per far sì che chi occupa una scuola, se non dimostra di non essere coinvolto nei fatti, risponda civilmente dei danni che sono stati cagionati. È una presunzione che solo dimostrando di essere del tutto estraneo uno può vincere. Chi occupa, chi compie un atto illecito, deve rispondere dei danni". Così il ministro dell'Istruzione Giuseppe Valditara che oggi ha visitato il liceo Severi Correnti di Milano dopo un'occupazione che ha portato a danni quantificati in circa 70mila euro. 

"Questa è una mia riflessione personale: credo che studenti di questo tipo non possano essere promossi all'anno successivo", ha aggiunto il ministro.













Altre notizie

Attualità