delitti

Triplice omicidio di Roma, fermato un sospettato: "Ricordo solo tanto sangue, poi il black out"

Si chiama Giandavide De Pau, 51 anni. Il questore: “I cittadini possono stare tranquilli”



ROMA. Si chiama Giandavide De Pau, 51 anni,  problemi di tossicodipendenza e precedenti penali legati all'uso di stupefacenti, l'uomo interrogato e poi fermato perché sospettato di essere l'autore dei tre delitti, due donne cinesi e una cubana, avvenuti nella zona Prati a Roma, giovedì scorso 17 novembre.

L’uomo risulterebbe legato al clan camorristico dei Senese e alla criminalità romana. 

"Di quegli istanti ricordo solo tanto sangue, ho vagato per ore sporco di sangue, poi black out", ha detto De Pau agli inquirenti. L'uomo è stato anche ricoverato due volte in strutture psichiatriche.

A segnalare l'uomo è stato un parente.

"La situazione è sotto stretto controllo, riteniamo che la collettività possa tornare ad essere più tranquilla perché altri fatti collegati a questi tragici avvenimenti non ci saranno", rassicura il questore di Roma Mario Della Cioppa. 

















Altre notizie







Attualità