il conflitto

Ucraina, guerra anche di spie. Mosca accusa: «Kiev voleva reclutare un pilota russo e rubare un bombardiere»

«Gli aveva promesso soldi e la cittadinanza italiana»



MOSCA. I servizi di sicurezza russi (Fsb) hanno affermato oggi di aver sventato un tentativo da parte dell'Ucraina di reclutare un pilota russo e rubare un bombardiere strategico alle forze del Cremlino. Secondo l'Fsb, "i servizi speciali dei Paesi della Nato" sono stati coinvolti nella "preparazione e attuazione" di questo piano per rubare "un bombardiere strategico TU-22M3", un aereo in grado di effettuare attacchi nucleari e convenzionali su lunghe distanze.

"L'intelligence ucraina intendeva reclutare un pilota militare russo, in cambio di una ricompensa finanziaria e della cittadinanza italiana, per indurlo a trasferire e far atterrare il bombardiere strategico in Ucraina", si legge in un comunicato dell'Fsb. L'agenzia di stampa Tass, che cita un video del pilota russo in questione, riporta che un agente dell'intelligence di Kiev aveva offerto al pilota 3 milioni di dollari, di cui un milione sarebbe stato pagato dal conglomerato di difesa statale ucraino Ukroboronprom.













Altre notizie

Attualità