Podcast

Il delitto che sconvolse il Trentino: il cadavere con la gola tagliata, la moglie e l'amante in carcere

Michele Santoni, 34 anni, venne trovato morto: aveva la testa fracassata e la gola tagliata. In carcere finiscono subito la moglie, Isabella Agostini, e il suo amante, Giuliano Cattoni.
LA SERIE / 1 La strage di Vetriolo
LA SERIE / 2 Lo scolaro e la maestra

LA SERIE / 3 Il mistero della cisterna
LA SERIE / 4 Scomparsa nel nulla
LA SERIE / 5 Rapina di sangue
LA SERIE / 6 La bambina sacrificata
LA SERIE / 7 Il camion killer
LA SERIE / 8 La ragazza punita
LA SERIE / 9 L'uccisione di Anna Maria Ropele



TRENTO. Michele Santoni aveva 34 anni, abitava a Calavino, era sposato da sette mesi. Venne trovato assassinato nella notte fra il 2 e il 3 giugno del 2000, sulle rive del lago di Terlago. Giaceva bocconi, aveva il cranio sfondato, la gola tagliata. Gli inquirenti non ci mettono molto a ricostruire la vicenda, e in carcere finiscono subito la moglie della vittima, Isabella Agostini, e il suo amante, Giuliano Cattoni. Che iniziano ad accusarsi a vicenda. Sono gli assassini della porta accanto.

L’orrore del lago è uno degli episodi raccontati da Luigi Sardi nel libro «Delitti e misteri in Trentino» edito da Curcu & Genovese e che adesso è diventato un podcast grazie all'intensa interpretazione di Mario Cagol in «Il suono delle pagine».

In questa prima parte, Mario Cagol racconta il ritrovamento del cadavere di Santoni e l’avvio delle indagini.

Ma ecco il podcast di Mario Cagol:

















Altre notizie







Attualità