Ecco la squadra di professionisti regionali:  un figurone in B 

La nostra formazione ideale. Per “gioco” abbiamo provato a schierare in campo il top team dei soli calciatori locali che militano in ambito pro fuori di nostri confini. Sul ponte di comando non può non mancare Rolando Maran ex allenatore di formazioni blasonate

di Daniele Loss

Trento. E se schierassimo una squadra composta solamente da calciatori regionali cosa succederebbe? una cosa è certa: il “trentino alto adige top team” (l’abbiamo ribattezzato così) farebbe un figurone nel torneo di serie b e, ne siamo certi, potrebbe puntare alla zona playoff.

Abbiamo provato a “giocare” e a schierare in campo un’ipotetica formazione composta dai soli calciatori locali che militano in ambito professionistico al di fuori dei nostri confini.

Il risultato? più che buono, con ovviamente, rolando maran sul ponte di comando. chi meglio dell’ex allenatore di cittadella, brescia, bari, triestina, vicenza, varese, catania, chievo e cagliari potrebbe guidare questa formazione, impostata secondo il suo collaudatissimo “4-3-1-2”?

1. portiere.

Tra i pali spazio ad andrea tozzo, 28enne in forza alla ternana che, proprio sabato, si è arresa alla juventus under 23 nella finale di coppa italia di serie c. l’estremo difensore originario di riva del garda in questa stagione ha collezionato 9 presenze, ma è elemento di sicura affidabilità con al proprio attivo una 60ina di presenze in c, alcune in serie b e tre anni in serie a come terzo portiere della sampdoria.

2. terzino destro.

La corsia di destra è affidata al classe 1999 nadir zortea, originario del primiero, da quest’anno in forza alla cremonese in serie b (per lui 15 presenze) dopo un eccellente percorso nel settore giovanile dell’atalanta, con cui ha conquistato anche lo scudetto “primavera”.

3. terzino sinistro.

Il padrone della fascia sinistra è senza dubbio amedeo benedetti, uno dei punti fermi del cittadella e giocatore di grandissima esperienza. questa è la sua quarta stagione in serie b, dopo aver calcato per un quinquiennio i campi della serie c. personalità, corsa e tecnica sono le doti dell’esterno di ronzo chienis, il cui rendimento è stato elevatissimo anche nell’attuale annata (20 presenze e 1 gol).

4. mediano.

Per dettare i tempi della manovra puntiamo sull’esperienza del 33enne bolzanino manuel scavone, giocatore di enorme duttilità e, soprattutto, abituato a vincere. in corsa con il suo bari - di cui è elemento imprescindibile (22 presenze e 1 gol) per la promozione in serie b (i pugliesi entreranno in scena il 13 luglio), scavone ha nel proprio palmares un numero incredibile di promozioni, 3 dalla serie b alla serie a (con novara, parma e lecce) e 2 dalla c al torneo cadetto (con pro vercelli e parma).

5. difensore centrale

Alla sua seconda stagione in serie b, luca ravanelli, originario di montevaccino, è uno dei punti fermi della cremonese (20 presenze e 1 gol) e si conferma come uno dei centrali di difesa più promettenti del torneo cadetto. per il classe 1997 trentino una promozione nel proprio palmares. con il padova, dalla serie c alla b.

6. difensore centrale

A fianco del giovane ravanelli ecco l’esperienza di michel rigione, 29enne che in carriera vanta una centinaio di presenze in serie b e 78 in serie c. nella stagione attuale il “centralone” formatosi nel settore giovanile dell’inter è tornato al chievo verona, con cui ha collezionato una decina di presenze e messo a segno una rete.

7. interno di destra

Non è certamente il ruolo preferito di riccardo fiamozzi, il 27enne di mezzocorona, passato giovanissimo dal settore giovanile gialloverde al milan. approdato all’empoli nel corso del mercato di gennaio (e diventato subito titolare: 10 presenze e diversi assist per lui), fiamozzi predilige la posizione di terzino, ma ha dimostrato di saper ricoprire tutti i ruoli della catena di destra. per lui anche 11 presenze in serie a con il genoa e una promozione nella massima serie, conqustata lo scorso anno con il lecce.

8. interno di sinistra.

Schierarlo in questa posizione è un po’ una forzatura, anche se fabio depaoli è nato proprio come mezzala e ha raggiunto una tale maturità da poter essere impiegato anche sulla sinistra. una cosa è certa: il classe 1997, cresciuto nel chievo, con cui ha totalizzato 58 presenze in 3 anni nella massima serie, è elemento fondamentale nello scacchiere di ranieri alla samp, con cui sta andando a caccia della salvezza.

9. centravanti

Chi non se andrea pinamonti a guidare il reparto avanzato? sabato l’attaccante classe 1999 originario di tassullo ha realizzato la sua terza rete stagionale e il gol segnato al brescia ha un peso specifico incredibile, visto che ha permesso al grifone d’impattare la super sfida salvezza contro i lombardi. e pinamonti è una certezza: al genoa sono cambiati gli allenatori, ma tutti hanno schierato il “pina”.

10. trequartista

Alle spalle dei due attaccanti puntiamo sul 21enne simon straudi, passato nel 2019 dall’fc südtirol al werder brema. per tutto agosto e settembre si è seduto in panchina a disposizione di kohfeldt, senza però essere mai impiegato. dopo essersi tolto la soddisfazione di vedere da vicino il muro giallo di dortmund è tornato in forza alla seconda squadra, in quarta serie.

11. seconda punta

Scegliamo di mettere a fianco di pinamonti un altro attaccante di gran fisico, ovvero manuel de luca. il classe 1998 di laives è di proprietà del torino, ma in questa stagione veste la maglia della virtus entella in serie b, con cui ha disputato 15 partite e realizzato 2 reti. giocatore di prospettiva, anche lui è un prodotto del settore giovanile dell’fc südtirol.