Il Bolzano passa a Klagenfurt e torna in vetta alla classifica 

Preziosa vittoria. I Foxes stordiscono il Kac con le tre reti nel primo periodo messe a segno da Catenacci, Frank e Gazley, chiudono la  porta nel secondo con un ottimo Irving e confermano la propria solidità nel terzo, godendosi anche il buon esordio del nuovo acquisto Stollery

di Thomas Laconi

Il Tour di Carinzia comincia benissimo. Il Bolzano fa un figurone nella prima tappa a Klagenfurt, vendica la sconfitta patita qualche settimana fa all’overtime al Palaonda e dimostra che il weekend chiuso senza punti è stata una semplice anomalia, rispetto a quella che poteva essere una previsione pessimistica della serata alla Stadthalle.

I Foxes passano 3-2 dopo una prova praticamente perfetta, nella quale Bernard e compagni hanno saputo interpretare al meglio i tre capitoli della serata.

Devastanti nel primo drittel, conservativi quanto basta nel secondo, quando l’avversario ha provato a rimettersi in carreggiata, concreti e risoluti nel terzo periodo, quando la truppa di Ireland ha avuto il merito di continuare a pattinare tanto, e bene, togliendo ai padroni di casa il completo comando delle operazioni. Una gran bella boccata di ossigeno per questo Bolzano, capace di mostrare i muscoli contro un avversario che nelle ultime quattro gare aveva asfaltato, o quasi, ogni avversario capitato a tiro, segnando pure una raffica di reti (media di 5 a partita).

Di nuovo al comando

Contro questo Bolzano, quello disegnato alla perfezione da Magister Ireland, il Klagenfurt però ha dovuto alzare bandiera bianca. Merito soprattutto delle Volpi, che riagguantano la vetta, ringraziano un ottimo Irving, che chiude la serata al rientro da titolare con il 93,% di parate, e si godono pure l'esordio (convincente) di Karl Stollery, l’ultimo, preziosissimo, tassello di un collettivo fortissimo, che ha ripreso alla grande la volata playoff, scacciando qualche cattivo pensiero.

Partire con tre punti è il viatico migliore, in vista della seconda tappa di venerdì. Ancora in Carinzia, questa volta a Villach.

Gestione perfetta

Alla Stadthalle, coach Ireland rinuncia ancora a Giliati, ma in attacco, e pure in difesa, ha abbondanza, gira con tutti gli effettivi, piazza Irving tra i pali e si gode un primo tempo maestoso dei suoi. Il Kac va nel panico, il Bolzano, invece, punta dritto al cuore dell'avversario e in meno di venti secondi, dopo otto giri di lancette, firma l’1-0 in powerplay con Catenacci, poi il bis, grazie ad una deviazione sotto porta del solito, impressionante, Frank. Il 2-0 è un bel biglietto da visita. Sticha (gran gol dallo slot) riapre i giochi, ma il Bolzano è vivo e allunga ancora con un numero da circo di “Nanu” Dustin Gazley.

Nel periodo di mezzo, gli ospiti reggono bene l’urto, incassano il 2-3 di Bischofberger, ma non vanno mai nel pallone. Stesso copione nel terzo drittel, dove i Foxes giocano 20 minuti a tutto gas, sfiorando il colpo del ko a più riprese, soffrendo nel solito finale caldissimo, che questa volta premia la volontà e il carattere della Ireland band.

Tre punti a Klagenfurt, nel fortino dei campioni in carica. La curva biancorossa torna a salire. Altro che momento di calo. Per quello c’è ancora tempo.

L’avviso ai naviganti è stato lanciato, forte e chiaro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA