Per il Bolzano un cambio in corsa 

Hockey Ebel. Sylvestre costretto a fermarsi per l’infortunio alla spalla, la società biancorossa l’ha sostituito con l’ala finlandese Markus Poukkula, che sarà in campo già questa sera, al Palaonda, contro i campioni in carica del Klagenfurt: rientra Alberga, in forse Bernard e Irving

di Thomas Laconi

Bolzano. Tutto in un giorno, come solo a Bolzano può accadere. Quella di ieri è stata una giornata caldissima in via Galvani, cominciata con una brutta notizia, già nell’aria fin dalle prime ore del mattino, e proseguita nel pomeriggio, con quello che sarà l’ultimo innesto di mercato di questa stagione. Tutto a velocità molto elevata, con Dieter Knoll, in versione pilota di rally, capace di districarsi in un percorso pieno di buche e chiudere il cerchio in pochissimo tempo. Bolzano perde fino al termine della stagione uno dei suoi gioielli, Sebastien Sylvestre, il cui infortunio alla spalla rimediato martedì sera si è rivelato più grave del previsto.

Nel capoluogo, già ieri sera, via Schwenningen, è sbarcato il suo sostituto, l’ala finlandese Markus Poukkula, 31enne giocatore di sostanza e del quale si parla un gran bene. E oggi per i biancorossi, tanto per non farsi mancare nulla, arriva la grande sfida contro i campioni Ebel del Klagenfurt, che aprirà un weekend lungo molto intenso che terminerà domenica a Graz. Appuntamento alle 19.45 in via Galvani, per un match che si annuncia molto intenso, con un Bolzano molto carico, un Sylvestre in meno e un Poukkula in più, subito in pista per l’esordio lampo. Tutto in appena 24 ore.

La tegola Sylvestre

La tegola Sebastien Sylvestre, primo capitolo di una giornata molto intensa, è caduta poco dopo mezzogiorno con l’annuncio dello stop del giocatore sul sito della società. L’attaccante Franco-canadese, recatosi per una visita approfondita da un noto specialista alla clinica Sant’Anna di Merano, ha dovuto alzare bandiera bianca. La spalla del giocatore ha fatto crack, rievocando un altro infortunio, subito dal giocatore a fine novembre a Dornbirn. In quel caso a Sylvestre, dopo una prima diagnosi alquanto pessimistica in Voralberg, erano bastate alcune settimane prima di rientrare. Questa volta però l’altra spalla, quella sinistra, ha subito una lesione più grave, che costringerà quasi certamente il giocatore a sottoporsi ad intervento chirurgico.

Poukkula a tempo di record

Toccherà dunque a Poukkula rinforzare il reparto offensivo, nonostante il giocatore nativo di Raahe (180 cm x 87 kg) presenti altre caratteristiche rispetto al “gatto” Sylvestre. Ala di grande esperienza, reduce da oltre quattro stagioni in DEL con la maglia degli Schwenninger Wild Wings, giocatore tecnico e di carattere, Poukkula è un uomo- squadra, che può adattarsi bene su più ruoli, svolgendo bene sia il ruolo di assistman che quello di marcatore. Poukkula ha militato anche nella massima lega del suo Paese e ritroverà Stefano Giliati, con cui è stato compagno di squadra, e anche di linea, al Saipa e a Schwenningen, con cui ha militato quattro anni, totalizzando 63 punti in 142 presenze. «Il mercato – spiega Dieter Knoll – offriva poche opzioni e abbiamo dovuto scegliere in fretta. Poukkula è un profilo molto interessante, un giocatore che può giocare anche in powerplay e penalty killing: sono convinto che farà molto bene».

Tre partite in cinque giorni

Per il Bolzano stasera comincia un discreto tour de force: all’orizzonte ci sono tre partite di cartello, una al Palaonda e due “on the road”. Stasera è il turno del Kac, reduce dalla sconfitta all’overtime nella sfida contro i Graz99ers. Sarà il quinto scontro diretto in stagione, il bilancio è in perfetta parità. Capitolo infermeria. Coach Greg Ireland potrà contare con tutta probabilità sul rientro di Domenic Alberga, dubbi invece per capitan Anton Bernard, che potrà essere schierato domenica contro i 99ers. Leland Irving è ancora in recupero dall’influenza e sul suo impiego c’è un punto di domanda: Justin Fazio è pronto a scendere ancora sul ghiaccio come starting goalie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.