DROGA

Aveva ingerito 69 ovuli con cocaina e eroina, arrestato al Brennero

In manette un ragazzo nigeriano che viaggiava su un treno proveniente da Monaco di Baviera

BOLZANO. Domenica scorsa, nell’ambito dei controlli sui flussi migratori nella fascia di frontiera, presso la Stazione Ferroviaria di Brennero, il personale di Polizia, diretto dal Vice Questore Antonio Graziani, ha eseguito alcune verifiche sui passeggeri del treno EC 89, proveniente da Monaco di Baviera: nella circostanza, gli agenti, tra gli altri, hanno controllato un cittadino nigeriano - E. J. - di ventisei anni, regolarmente residente sul territorio nazionale, che mostrava segni di ingiustificato nervosismo. 

Per questo si è deciso di accompagnare l'uomo presso il Commissariato per ulteriori accertamenti.

Sospettando che il soggetto potesse occultare della sostanza stupefacente in corpo, visto anche alcuni elementi indicativi rilevati in casi analoghi, e per salvaguardarne l’incolumità fisica, con l’autorizzazione del magistrato di turno, il giovane è stato trasferito all’ospedale di Vipiteno, dove gli è stata riscontrata la presenza di numerosi corpi estranei nell’addome, risultati poi essere 69 ovuli contenenti sostanza stupefacente, di cui 59 contenenti cocaina per un peso lordo di 900 gr e 10 ovuli contenenti eroina per un peso complessivo di 154,3 gr.

Per questo  E. J. è stato arrestato.