Gli «Echi nel silenzio» di Contrini 

Giovedì sera all’Upad - in collaborazione con il Cai - incontro con il fotografo delle trincee

BOLZANO. A partire dal 13 settembre Upad propone diversi appuntamenti in occasione dei cento anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale con il sostegno del Comune di Bolzano.

Tanti i partner coinvolti nelle varie proposte tra cui le sezioni Cai di Bolzano e Laives, Deina Alto Adige e Arci Bolzano. Si inizia con la presentazione del libro “Echi nel silenzio” insieme al Cai di Bolzano e Laives giovedì alla sede Upad di via Firenze 51. Cento anni fa terminava una delle pagine più buie della storia del Novecento. La Grande Guerra iniziata nel 1914, ma l’Italia vi entrò nel 1915, si concludeva con milioni di vittime ed una pesantissima eredità sociale, politica ed economica che avrebbe influenzato i successivi decenni. La nostra regione fu uno dei maggiori scenari della cosiddetta “guerra bianca”, la guerra di montagna combattuta sulle nostre cime tra le truppe del Regno d’Italia e quelle dell’Impero austro-ungarico. Ancora oggi i paesaggi alpini e dolomitici sono testimoni di ciò che avvenne un secolo fa. È proprio questa la tematica del primo degli appuntamenti proposti da Upad a partire da settembre e dedicati alla fine della Prima guerra mondiale con il titolo «WWI 1918-2018: 100 anni dalla Grande Guerra». Giovedì 13 settembre alle ore 20.30 l’Aula Magna della sede Upad di via Firenze 51 ospiterà, in collaborazione con le sezioni CAI di Bolzano e Laives, la presentazione del libro di Andrea Contrini «Echi nel silenzio – Paesaggi della Grande Guerra dal Garda al Pasubio». Si tratta di un libro fotografico che vuole dare una nuova prospettiva sulla natura che avvolge i campi di battaglia e sul passato che ancora echeggia nel silenzio delle montagne del Trentino meridionale. L’appuntamento è a ingresso libero.

Domenica 30 settembre è prevista invece un’escursione organizzata sul Monte Piana, nelle Dolomiti di Sesto, dove ancora oggi è possibile visitare trincee, gallerie, postazioni militari ed altri reperti storici in un emozionante museo a cielo aperto. L’escursione è organizzata in collaborazione con l’associazione Upad Tempo Libero e prevede un costo d’iscrizione di 65 euro, che include viaggio in pullman, servizio di navetta (da Misurina al Monte Piana e ritorno) e visita guidata. È necessario prenotarsi entro il 18 settembre.

A novembre due appuntamenti a Merano. Al Circolo unificato dell’esercito lo storico Andrea Di Michele presenterà una ricerca storica sugli italiani che durante la Grande Guerra combatterono per l’Impero asburgico. Il 10 novembre appuntamento sempre a Merano alla Chiesa di Santa Maria Assunta alle 20.30 con la conferenza-concerto del coro allievi SAT – Trento guidato dal Maestro Mauro Pedrotti in collaborazione con Corale Non Nobis Domine.

A conclusione della rassegna, sempre nella sede Upad di Bolzano, il 21 novembre alle 18 avrà luogo un’importante conferenza in collaborazione con le associazioni Deina Alto Adige e Arci Bolzano con relatore il prof. Mario Isnenghi, docente di Storia contemporanea alla Ca’ Foscari di Venezia e autore di numerosi saggi sulla Prima Guerra Mondiale. Sarà un’imperdibile occasione di confronto con uno storico di fama internazionale che si proporrà anche di fare il punto della situazione sui veri vincitori e vinti della battaglia di Vittorio Veneto. Per informazioni rivolgersi telefonicamente al n. 0471/921023 o info@upad.it .