La magica notte delle stelle cadenti 

Planetarium Alto Adige e Osservatorio MaxValier: giornata di porte aperte per grandi e piccoli

BOLZANO. In occasione della notte delle Perseidi, sabato 11 agosto, il Planetarium Alto Adige e l’Osservatorio Max Valier a San Valentino in Campo, organizzano una giornata ed una notte di porte aperte.

È un periodo dedicato ai sogni impossibili: la voce popolare dice che per ogni stella cadente osservata è possibile esprimere un desiderio che poi si realizzerà, purché non venga svelato a chicchessia.

Quando a metà agosto la terra percorre la sua orbita intorno al sole, incrocia una nuvola di polvere lasciata da una cometa.

Questi granellini si incendiano quando colpiscono l’atmosfera terrestre, rendendosi così visibili come stelle cadenti.

Essendo le Perseidi molto numerose, aumenta la possibilità che i sogni segreti si avverino.

Il Planetarium Alto Adige e l’Osservatorio «Max Valier», sabato 11 agosto dedicheranno a questo fenomeno naturale una serie di eventi speciali ed una notte di San Lorenzo delle porte aperte.

Come possiamo immaginarci le stelle cadenti in dettaglio? Quali sono le differenze con una cometa? E perché hanno a che fare con l’eroe greco Perseo? Gli ospiti del Planetarium Alto Adige, grandi e piccoli, troveranno le risposte a tutte queste domande in occasione delle guide speciali delle ore 16.30, 17.30 e 18.30 in lingua italiana e alle ore 16, 17 e 18 in lingua tedesca.

Gli astrofili invece apriranno la cupola dell’Osservatorio «Max Valier» dalle ore 20.30 alle 24.00.

I visitatori potranno osservare il cielo notturno, riconoscere le costellazioni, vedere i pianeti e sperare di osservare qualche stella cadente.

Gli ingressi al Planetarium e all’Osservatorio sono gratuiti.

Nonostante questo, a causa dei posti limitati è richiesta una prenotazione per gli eventi speciali nel Planetarium, online al sito www.planetarium.bz.it, via mail a info@planetarium.bz.it o via telefono al numero: 0471 610020.

Come fotografare le stelle. Volete approfittare della Notte di San Lorenzo per provare a fotografare le stelle? Ecco alcuni consigli pratici per delle foto uniche.

Anzitutto cercate di allontanarvi il più possibile da fonti di luce artificiale (come case, lampioni e così via) che non vi permettono di poter godere a pieno della vista celeste e soprattutto rischia di alterare i colori della vostra fotografia. Occorre tenere la fotocamera ferma per evitare scie luminose (nel caso di lunghe esposizioni) o sfocature indesiderate. Utilizza un treppiede per realizzare immagini nitide e luminose del cielo stellato e fai attenzione al vento che potrebbe spostare le nuvole e rovinare lo scatto.

Messa a fuoco: scegli una messa a fuoco all'infinito. Puoi farlo manualmente oppure in maniera automatica: controlla le impostazioni della tua fotocamera prima di partire. Quando la messa a fuoco dell'obiettivo è impostata oltre i sei metri, viene estesa a infinito e ciò significa che le stelle saranno perfettamente nitide.

Altre impostazioni? Utilizza un’impostazione ampia di diaframma e alza il valore degli ISO ad almeno 1600. E...buone fotografie!