LA GUIDA

Le dieci cose da vedere a Bolzano: il Mercatino ma non solo

In vista del weekend dell’Immacolata, che porterà nel capoluogo tantissimi turisti, una piccola guida sui luoghi della città da visitare

IL NOSTRO SPECIALE MERCATINI 2017

di Paolo Gaiardelli

BOLZANO. Ovviamente l’attrazione “numero uno” in città è rappresentata dal Mercatino di Natale, che anche quest’anno si caratterizza per un’atmosfera magica e avvolgente.

#1 Sempre bellissima l’immagine regalata da piazza Walther, decisamente apprezzate le nuove decorazioni a parco Stazione. 

#2 Girando per le strade del centro, impossibile non lasciarsi rapire dall’architettura di piazza delle Erbe, con il suo mercato, e di via dei Portici, con i suoi negozi, sempre che lo shopping al Mercatino non sia stato sufficiente. 

#3 Se a Bolzano si cerca anche la cultura, non mancano le proposte, per tutte le esigenze. Per la storia e l’archeologia è d’obbligo una visita al Museo archeologico, dove vedere da vicino la “Mummia del Similaun” (www.iceman.it). 

#4 Per l’arte contemporanea, invece, bisognerà spostarsi al Museion, che, in occasione del Natale, propone un’installazione a tema al suo esterno (www.museion.it). 

#5 Per gli amanti delle scienze, invece, meglio spostarsi in via Bottai. La mostra temporanea di questo periodo al Museo di scienze naturali dell’Alto Adige è dedicata ai ragni (www.museonatura.it). 

#6 Immancabile, per chi visita il Mercatino di piazza Walther, un ingresso al Duomo cittadino, che non manca di affascinare. 

#7 Per la cucina, quella più tipica, senza spostarsi dalle vie del centro, meritano senza dubbio, anche per la loro storia, la FranziskanerStuben in via Francescani 7, il ristorante Vögele di via Goethe 3, ed il Cavallino Bianco di via Bottai 6. 

#8 La visita a Bolzano va accompagnata anche da una buona birra. Per trovare un prodotto artigianale e locale, sono due i luoghi da visitare: Hopfen e Co. In piazza Erbe 17 e Batzen Häusl - Ca' de Bezzi di via Andreas Hofer 30. 

#9 Se si cerca un tuffo nel passato, è consigliata una visita a Castel Roncolo, poco fuori dal centro. La sua particolarità è l’offerta di affreschi profani meglio conservati dell’arco alpino (www.roncolo.info). 

#10 Infine, per portare con sé una cartolina unica dell’Alto Adige, a pochi chilometri dalla città, la magia incantevole del Lago di Carezza, attrazione naturale da togliere il fiato. 


Foto Dorian Aliu