la mozione

Scuola, maestri maschi cercansi

In Alto Adige ce ne sono troppo pochi tra scuola dell'infanzia ed elementari: solo 293 su 4017

BOLZANO. Favorire l'inserimento di insegnanti maschi nelle scuole per l'infanzia ed elementari: è il senso di una mozione, presentata da Brigitte Foppa (Verdi), approvata dal consiglio provinciale

La discussione della proposta, che prendeva spunto dai dati Astat secondo cui i maestri maschi in Alto Adige sono 293 su 4.017, era cominciata in aprile e sospesa su richiesta dell'assessore alla scuola. Nel frattempo è stato preparato un emendamento, sottoscritto anche da Magdalena Amhof, Veronika Stirner e Oswald Schiefer che prevede di «offrire agli uomini la possibilitá di dare uno sguardo alla quotidianitá di scuole e asili, di approfondire i contatti tra scuole e organizzazioni giovanili, di aumentare l'attrattività della sede di studio LUB a Bressanone, di favorire i cambi di carriera per persone che vogliono passare all'insegnamento nella scuola dell'infanzia o primaria, di creare nuovi profili professionali che favoriscano un aumento della presenza maschile nella scuola dell'infanzia e primaria».

La mozione è stata approvata con dodici voti favorevoli, 2 contrari e dodici astensioni, ad eccezione del punto relativo ai profili poiché, come ha sottolineato l'assessore Philipp Achammer, la materia è oggetto di trattative con i sindacati.