Scuole, festa senza eccessi Il Comune mette i divieti 

Previsti pattuglie e agenti in borghese in centro, stop a vendite di alcolici Brunner: «Un anno fa malori, risse e danneggiamenti: stavolta vogliamo evitarli»

di Tiziana Campagnoli

BRESSANONE. La prossima “notte di scuola” è stata al centro di un vertice svoltosi ieri mattina in municipio. Con una preoccupazione e un obiettivo: i timori riguardano e ricordano gli “eccessi” che si sono verificati negli anni scorsi quando gli studenti hanno esagerato con l’alcol per festeggiare la fine delle lezioni. L’obiettivo è chiaramente evitare che i problemi si ripetano e che soprattutto la festa non si accompagni con spiacevoli danneggiamenti e atti di vandalismo. Per questo, ecco pattugliamenti delle forze dell’ordine, agenti in borghese in città e controlli nei negozi dove si vendono alcolici.

La “notte della scuola” è una vecchia tradizione che si ripete ormai ogni anno e vede protagonisti i giovani studenti e le giovani studentesse soprattutto delle scuole superiori, che, per festeggiare la fine dell’anno scolastico, trascorrono il pomeriggio e la notte prima della fine della scuola girando per le strade, bevendo e divertendosi. Una tradizione che negli ultimi anni ha fatto registrare non solo danneggiamenti ma anche malori, litigi e risse causati dall’abuso di alcol.

Il Comune di Bressanone non ci sta, e quindi ha deciso di organizzarsi per prevenire un fenomeno non accettabile.

“Stamattina (ieri, ndr) ho incontrato i rappresentanti delle forze di polizia per decidere come intervenire dal pomeriggio di giovedì 14 giugno al mattino di venerdì 15 giugno – spiega il sindaco Peter Brunner - Ogni anno, gli studenti delle superiori brissinesi hanno l’abitudine di trascorrere l’ultima notte di scuola divertendosi, festeggiano e bevendo spesso, purtroppo, oltre la misura opportuna. Dobbiamo assolutamente prevenire eventuali danneggiamenti, malori o risse e quindi, durante l’incontro con la polizia, i carabinieri, la finanza e la polizia municipale, abbiamo deciso di intensificare i controlli. Ci saranno tre pattuglie che gireranno per le strade dal pomeriggio del 14 giugno alla mattina del 15 giugno, sono previsti agenti e carabinieri in borghese e controlli nei negozi e nei supermercati che vendono alcolici e nei bar. Avverto fin da ora che è vietato portare alcolici da casa, girare per strada con bottiglie. In caso di violazioni, scatteranno sanzioni”.

Nei negozi e nei supermercati vige il divieto assoluto di vendere alcolici a ragazzi di età inferiore a 18 anni ed è anche vietato girare in strada con bottiglie di alcol. “Lo scorso anno, nella stessa circostanza, si verificarono problemi in diverse zone del centro e nel piazzale della discoteca Max – conclude Brunner – Ci furono anche malori, danneggiamenti, e quindi vogliamo assolutamente evitare che ciò accada anche quest’anno. Prevenire è importante, si può festeggiare anche senza esagerare e tengo a sottolineare che la città di Bressanone non vuole un divertimento senza freni a base di alcol”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA