LEVICO

Levico, banconota falsa per pagare la birra: diciannovenne arrestato

Il gestore del locale ha trattenuto la compagnia, dopo essersi accorto che la banconota da 50 euro era fasulla

LEVICO. Per aver pagato una consumazione in un locale pubblico di Levico con una banconota falsa un giovane è stato arrestato dai carabinieri. Il gestore del locale, dopo essersi accorto che la banconota da 50 euro ricevuta dal cliente era falsa, con una scusa ha trattenuto le persone che erano con lui, offrendo loro un'altra birra e, appartatosi, ha chiamato il numero unico di emergenza 112.

Tempo pochi minuti e sul posto sono arrivati i carabinieri del Radiomobile di Borgo che hanno identificato e perquisito i clienti del locale. Addosso ad uno di loro, un diciannovenne italiano già conosciuto dalle forze dell'ordine, sono state trovate altre banconote false, sempre del taglio di 50 euro. Per questo il giovane è stato tratto in arresto con l'accusa di spendita di banconote false. Oggi verrà processato per direttissima a Trento.