MIGRANTI

Oltre 600 migranti sbarcati in Andalusia

Trasferiti in 243 nella tendopoli allestita dall'esercito a Motril

MADRID. Non si ferma l'ondata di sbarchi di migranti al largo delle coste dell'Andalusia. Oltre 660 migranti su 16 imbarcazioni sono stati tratti in salvo ieri nel Mediterraneo spagnolo e nel Mare di Alboran, riferiscono fonti del Salvataggio marittimo.

Di questi, 243 migranti di origini sub-sahariane, fra le quali una cinquantina di donne e dieci minori, intercettati su 5 barconi dalla motovedetta 'Guardamar Caliope' nel Mare di Alboran, sono stati trasferiti al Centro di accoglienza temporanea di stranieri (Cate) allestito a fine agosto dall'esercito nel porto di Motril (Granada). Si tratta di un nuovo accampamento di 13 tende militari, su una superficie di 4.500 metri quadri e con una capacità di accoglienza di 250 persone, realizzato per far fronte all'emergenza degli arrivi.

Dall'inizio dell'anno la Spagna è diventata il principale Paese di arrivo di migranti nel Mediterraneo con, ad oggi, lo sbarco di oltre 27.600 persone, delle quali 23.800 via mare e 3.800 via terra, secondo l'Unhcr. (ANSAmed).