BOLZANO

Bolzano, la Fontana delle Rane abbandonata

Senza acqua e con lo sporco nelle vasche: un simbolo della città lasciato a se stesso

BOLZANO. Avete presente l'acqua verde nelle piscine di Rio de Janeiro durante le Olimpiadi? Facendo le debite proporzioni lo stesso scenario si può notare dentro la vasca della Fontana delle Rane al parco della Stazione di Bolzano. “Il primo biglietto da visita della nostra città che, sinceramente, fa vergognare” commenta Vitantonio Gambetti, ex consigliere comunale e oggi rappresentante di Insieme Con Bolzano, che ha fotografato lo stato del manufatto dopo le recenti precipitazioni.

Fontana delle Rane, un simbolo di Bolzano dimenticato

Le foto dell'ex consigliere Vitantonio Gambetti che testimoniano lo stato dell'opera davanti alla stazione

“Non si capisce perché una fontana così bella e di valore debba essere lasciata in uno stato di abbandono quando altre di fattura molto meno elegante, come in piazza Mazzini, hanno regolarmente il loro rivolo d'acqua”. Dentro la vasca della Fontana delle Rane domina un misto di acqua piovana, fogliame e rifiuti. “E' noto che non sono un partigiano dei Consigli di Quartiere, che non hanno competenze se non quelle di segnalare qualcosa a chi quel qualcosa deve poi farlo, ma quelli del Centro Piani ci passano mai davanti alla fontana?” chiude Gambetti.

Il disegno della Fontana delle Rane è lo stesso del progetto originale del 1930. L'opera, infatti, venne rifatta dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Ha, quindi, anche una certa valenza simbolica per la città.(a.c.)