VIPITENO

Campo di Trens, disinnescata bomba di aereo di 500 chili: riaperta l'A22

L'operazione Torrens Tertius - a cura degli artificieri dell'Esercito - è stata completata con successo. In totale ha coinvolto circa 120 persone e 60 veicoli.

BOLZANO. Completate con successo le operazioni di disinnesco della bomba della Seconda guerra mondiale rinvenuta a Campo di Trens il 20 giugno scorso. Il traffico stradale e ferroviario è ripreso a scorrere regolarmente a partire dalle 8.40.

La bomba di aereo di 500 chili era stata portata alla luce nel letto del fiume Isarco in località Fuldres. Nei giorni scorsi l’annunciato disinnesco aveva conquistato spazi anche nei media internazionali perché il traffico su una delle assi principali in piena stagione turistica sarebbe stato chiuso per ore. 

Nel centro operativo insediato presso la centrale dei vigili del fuoco di Vipiteno, le operazioni, coordinate  da Sybille Salutari del Commissariato del governo, sono cominciate alle 5 del mattino e hanno coinvolto rappresentanti dei Carabinieri, della Polizia, della Guardia di Finanza, della protezione civile e del secondo Reggimento Genio guastatori (sotto il comando del colonnello Luigi Musti), della forestale, dei vigili del fuoco, dell’Autobrennero, delle ferrovie, dei gestori della rete elettrica e del comune di Campo di Trens.