LA STATISTICA

Comune, la maggior parte dei dipendenti ha più di 50 anni

Le cifre del rapporto sul personale del Comune di Bolzano dicono che, tra le classi di età dei dipendenti comunali, quella più rappresentata è compresa tra i 51 ed i 60 anni, (463 dipendenti), segue la classe 41-50 anni (418 dipendenti), mentre solo 20 dipendenti hanno meno di 30 anni.

BOLZANO. L'età media del dipendente comunale di Bolzano è di 50,41 anni.

I dati illustrati in dettaglio dal direttore della Ripartizione Affari Generali e Personale del Comune di Bolzano Johann Neumair, con il supporto della direttrice dell'Ufficio Personale Maria Christina Obkircher, della direttrice dell'Ufficio Stipendi Vera Tabarelli e dell'operatrice dell'Assessorato al Personale Irene Ascani, dicono che sono 1.031 i dipendenti in servizio (54% donne, 46% uomini) di cui 974 (94,47% ) con contratto a tempo indeterminato. Per la prima volta in assoluto, anche la percentuale dei dirigenti donna (52,63%) è superiore a quella degli uomini (47,37%) Tra chi lavora a tempo parziale (il 22,80 % del totale), il 94% è donna.

Tra chi lavora a tempo parziale il 94% è donna. Il diploma di maturità è il titolo di studio più diffuso (423 dipendenti), mentre i laureati sono 184. Per quanto riguarda il part-time, il 48% dei lavoratori a tempo parziale ha un orario settimanale di 28 ore, il 19% di 19 ore e il 24% di 33 ore. Il 9% di dipendenti lavora 23 ore la settimana.

Gli infortuni sul lavoro sono stati 52. Di questi il 42,4% a causa di incidenti stradali in viaggio o colluttazioni (vigili urbani). Il 27% del totale degli infortuni riguarda la polizia municipale, il 17% gli amministrativi, il 15 % gli operai del settore edile.

L'incidenza delle spese per il personale (49,675 milioni) sul totale delle spese correnti (190,655 milioni) è del 26,05% (26,65% nel 2016).

Gli stipendi lordi medi annui (imponibile fiscale) vanno da 23.252 euro della II qualifica funzionale a 41.604 euro della IX. Il salario medio lordo è di 30.457 euro per gli uomini e 27.573 euro per le donne.

Nel 2017 le domande di assunzione per le graduatorie a tempo determinato sono state 1.159 presentate da 282 persone; 12 i concorsi banditi; 18 le assunzioni a tempo indeterminato; 17 i pensionamenti (8 donne e 9 uomini); 23 i dipendenti in telelavoro (21 donne e 2 uomini); 3 le maternità; 11 le persone in affidamento a fini riabilitativi. Sono stati complessivamente 93 i permessi di cui 75 per assistenza familiari e 18 per se stessi, 39 invece i dipendenti che rientrano nelle categorie protette. Per i buoni pasto dei dipendenti il Comune ha speso 626.073 euro, 62 gli anticipi sul Tfr concessi.